Go to Top

Guestbook

Aggiorna guestbook       Registrati

Effettua il login per poter scrivere

Registrati



Mimmo


Solo per i 3 punti!!! Forza Taranto!!!

Scritto il 22 Gen 2022 ore 23:09



angelix0374


dato che Pacilli non era infortunato (a meno di malesseri dell'ultima ora) la mancata convocazione per domani presuppone di una imminente partenza dello steso

Scritto il 22 Gen 2022 ore 21:45



rossoblu82


Chiorra ’01; Antonino; Zecchino ’03. Zullo; Benassai; De Maria ’99;Versienti; Guastamacchia; Tomassini ’02;Ferrara’99. Marsili;Bellocq; Labriola ’01; Civilleri; Cannavaro ’02;Mastromonaco ’00 . Falcone; Giovinco; Saraniti; Santarpia ’00; Ghisleni ’01; Barone.

Scritto il 22 Gen 2022 ore 18:45



rossoblu82


Non convocati pacilli granata e Riccardi

Scritto il 22 Gen 2022 ore 18:43



706ac


Colosseum, io ho vissuto in una ricca e prospera città del nord ai tempi dell'Università e di sparatorie me ne ricordo diverse, anche per motivi ben più [non consentita] di un furto d'auto.

Scritto il 22 Gen 2022 ore 16:57



rossoblu82


Civilleri ha rinnovato fino al 2024

Scritto il 22 Gen 2022 ore 16:21



axel


questo per fare il buttafuori nei locali sicuramente se la sniffa direttamente a chili dai sacconi di cemento

Scritto il 22 Gen 2022 ore 15:17



axel


significa che stanno troppe armi in giro e anche i ladri di polli impasticcati si sentono grandi. ma tanto grazie ad avvocati giudici e leggi sara' fuori tra meno di 4 anni.

Scritto il 22 Gen 2022 ore 15:14



Colosseum


Della sparatoria stamattina alle 11.00 nella trafficatissima viale magna grecia nessuno dice niente????? non mi venite a dire sempre le stesse cose , che accade dappertutto perchè non è così. Accade troppo spesso invece. Chi dice il contrario giustifica.

Scritto il 22 Gen 2022 ore 15:06



706ac


Guardando il tabellino dell'ultima sfida contro la Paganese, quell'umiliante 0-4 che fece da "ciliegina sulla torta" a quella ancora più umiliante stagione, possiamo notare solo 3 calciatori che quel giorno inzozzarono la nostra maglia militano ancora in serie C. Il resto tutti sparsi tra serie D e eccellenza (in particolare gli "under meravigliosi" di cui parlava l'avvocato), ad eccezione di Cobelli che è desaparecidos in Argentina.

Scritto il 22 Gen 2022 ore 12:24



rossoblu82


Radiomercato ha avvicinato di molto Antonio Piccolo al Taranto nei giorni scorsi ma, secondo informazioni raccolte da TuttoCalcioCatania.com, nelle ultime ore si è raffreddata la pista che porta al club rossoblu pugliese. L’attaccante è in uscita da Catania e si sono registrati contatti anche con altre società di terza serie come Cesena e Sudtirol, tuttavia l’elevato ingaggio percepito dall’attaccante frena diverse trattative. Si lavora per trovare una soluzione nei prossimi giorni.

Scritto il 22 Gen 2022 ore 10:36



Spagredblue


Quasi fatta per Jacopo Murano all Avellino . Al Perugia 150 mila euro subito e 100 mila in caso di promozione in B

Scritto il 22 Gen 2022 ore 05:55



axel


I ricavati da incassi al botteghino sono l'ultima cosa ormai delle società di A e B. Campano tutte di diritti tv plusvalenze e paracadute.

Scritto il 21 Gen 2022 ore 21:37



ARISTOSSENO


La nostra tifoseria non fa piu' i numeri di un tempo perche' non esiste un progetto serio a livello societario ed i risultati sportivi conseguiti negli ultimi 30 anni di assenza dalla Serie B sono stati deludenti. Uno stadio nuovo, polifunzionale e capiente servirebbe in primis per fare da specchietto per le allodole per chi intuisca che, investendo il proprio denaro (perche' ci vuole essenzialmente quello) si possa riaccendere la polveriera dell'entusiasmo che cova sotto la cenere dell'indifferenza generalizzata verso la squadra di calcio cittadina, che tiene lontana tanta gente dallo stadio. Se alla fine lo stadio nuovo verra' fatto, e sara' di 18000 posti , se il 10% lo devi riservare agli ospiti, alla tifoseria Tarantina rimarrebbero circa 16200 posti. Cio' significa che la curva riservata ai tifosi di casa sara' di dimensioni prossime alla meta' della Nord attuale...secondo voi e' sostenibile una cosa del genere se dovessimo salire di categoria ? E a quanto li devi vendere i biglietti ? Potrai mai permetterti di fare una politica di agevolazioni per pensionati, studenti, disoccupati e famiglie vsto che come dice Angelix siamo nella melma ? Per Franco del Brasile che , tornando allo Yeovil Town, ha scritto "che se ne fanno di uno stadio da 10000 posti se ne fanno 3000" lo informo che nella stagione 2013-2014 la squadra giocava in serie B contro squadre del calibro di Nottingham Forest , Leeds United e Aston Villa, ed e' li che vogliono tornare un giorno, perche' i veri tifosi non smettono mai di sognare.

Scritto il 21 Gen 2022 ore 20:05



2effe


@binariotroncocannata, io ho appena fatto disdetta. Questo si meritano dopo che si è pagato un mese senza vedere partite a causa del fermo del campionato

Scritto il 21 Gen 2022 ore 20:01



binariotroncocannata


La nota piattaforma di streaming Eleven Sports, dove viene trasmesso il campionato di Serie C, ha appena confermato una decisione che ha del clamoroso. Tutti gli abbonamenti che erano stati effettuati su YouTube al canale Eleven Sports verranno disattivati a partire dal 1° marzo. Sui vari profili social dell’azienda di Andrea Raddrizzani sono spuntati già i primi commenti negativi, soprattutto di persone che adesso si trovano costrette ad effettuare un nuovo abbonamento. Peraltro, non sarà più possibile acquistare il pacchetto mensile come all’inizio della stagione sportiva di Serie C, ma si potranno guardare i contenuti obbligatoriamente fino al 30 giugno 2022. Il costo è fissato a 29,99 euro. Si tratta ovviamente di un prezzo ribassato rispetto ai 69,99 euro richiesti all’avvio dell’annata.

Scritto il 21 Gen 2022 ore 19:42



706ac


Roots, che alla nostra tifoseria vada fatto un monumento penso di averlo scritto anche io almeno un milione di volte. E certe volte mi meraviglio anche dei numeri in casa che facciamo dopo tanto letame ingoiato. Ma il calo degli spettatori rispetto a vent'anni fa c'è ed evidente. Purtroppo.

Scritto il 21 Gen 2022 ore 19:30



Mimmo


Era il 2019, guardate i dati della serie A: I dati della Lega calcio confermano la crescita di affluenza negli stadi italiani: una media di 28.586 spettatori hanno assistito alle dieci partite giocate nella nona giornata di campionato, il secondo miglior risultato stagionale, battuto solo dagli oltre 29mila tifosi medi della settima giornata, quella di Inter-Juve. Di 25.500 spettatori era la media dello scorso campionato dopo nove partite. Vediamo la classifica di affluenza media di tutte le venti squadre di A. 20°. SASSUOLO (4 partite giocate in casa): affluenza media 12.521 spettatori 19°. SPAL (5 partite giocate in casa): affluenza media 13.030 spettatori 18°. ATALANTA (2 partite giocate in campo neutro e 2 partite giocate in casa): affluenza media 14.486 spettatori. Contando solo le partite nel nuovo Gewiss Stadium, l'affluenza media è stata di 19.724 spettatori a match (da 14° posto della classifica) 17°. BRESCIA (3 partite giocate in casa): affluenza media 15.000 spettatori 16°. CAGLIARI (5 partite giocate in casa): affluenza media 15.729 spettatori 15°. PARMA (5 partite giocate in casa): affluenza media 15.802 spettatori 14°. VERONA (5 partite giocate in casa): affluenza media 17.426 spettatori 13°. SAMPDORIA (4 partite giocate in casa): affluenza media 20.612 spettatori 12°. GENOA (5 partite giocate in casa): affluenza media 21.465 spettatori 11°. TORINO (5 partite giocate in casa): affluenza media 21.549 spettatori 10°. UDINESE (5 partite giocate in casa): affluenza media 22.003 spettatori 9°. BOLOGNA (4 partite giocate in casa): affluenza media 24.188 spettatori 8°. LECCE (4 partite giocate in casa): affluenza media 24.674 spettatori 7°. LAZIO (4 partite giocate in casa): affluenza media 33.875 spettatori 6°. NAPOLI (4 partite giocate in casa): affluenza media 35.636 spettatori 5°. FIORENTINA (5 partite giocate in casa): affluenza media 35.728 spettatori 4°. ROMA (5 partite giocate in casa): affluenza media 36.747 spettatori 3°. JUVENTUS (4 partite giocate in casa): affluenza media 39.651 spettatori 2°. MILAN (4 partite giocate in casa): affluenza media 56.050 spettatori 1°. INTER (5 partite giocate in casa): affluenza media 64.271 spettatori

Scritto il 21 Gen 2022 ore 18:56



roots


706ac: ciao caro, condivido il senso del tuo ragionamento. La nostra tifoseria, cui comunque andrebbe fatto un monumento, non fa più neanche lontanamente i numeri di una volta. Ma, per completezza, va anche detto che tante volte non abbiamo raggiunto determinate cifre solo per limiti di capienza. Basti pensare a tutte le partite di playoff (Avellino, Crotone, Ancona, Atletico Roma, Pro Vercelli e anche qualcuna di D) o a diversi big match in regular season.

Scritto il 21 Gen 2022 ore 18:05



706ac


Spagredblue, non è una capienza ridotta a non invogliare ad andare allo stadio ma la quantità di leggi e restrizioni assurde che regolano da anni il mondo del calcio. Tessere, fidelity card, biglietti nominali, osservatori gestiti da [non consentita] che ti informano 48H se puoi recarti in trasferta o meno. Senza dimenticare la credibilità del calcio stesso, travolto da scandali e personaggi loschi, che è ai minimi storici.

Scritto il 21 Gen 2022 ore 18:04



Spagredblue


La verità è che in Italia si fanno stadi sempre più piccoli , per poter spennare i tifosi e costringerli alle pay tv . Non c’è voglia di innovare per niente ne di portare la gente allo stadio . In Europa aumentano le capienze e reintroducono i posti in piedi nei settori popolari ( in Germania ci sono da sempre ) e con prezzi popolari per davvero sottolineo . Noi arriviamo ai seggiolini con 20 anni di ritardo e la spacciamo per innovazione . In particolare a Taranto una città che vive di calcio , 18 mila posti sono pochi se si vuole pensare ad un futuro luminoso .

Scritto il 21 Gen 2022 ore 17:21



angelix0374


Aristosseno...purtroppo per come è impostata la Coppa Italia (l'unica nostra possibilità di incontrare le squadre blasonate) non ci permetterà di incontrare allo Iacovone queste squadre, salvo che arrivare fino in fondo alla competizione (e io, nei miracoli, ci credo poco).... le amichevoli precampionato sono da escludere in quanto gli incontri sono così ravvicinati che non ti permettono di organizzare nulla qui da noi, i ritiri delle squadre vengono fatti dall'Umbria in sù per cui nessuno scenderà in Puglia x un'amichevole....gli incontri della Nazionale, forse, nei prossimi 10 anni, verranno disputati allo Iacovone soprattutto in concomitanza dei giochi o per l'inaugurazione del nuovo stadio poi torneremo nell'anonimato come sempre.....per cui abbandoniamo l'idea dello stadio grande, cozzerebbe contro la realtà del momento....poi (e forse l'elemento da prendere maggiormente in considerazione) qui da noi c'è la disperazione, le famiglie non sanno come fare per arrivare a fine mese, anche i laureati non riescono a trovare lavoro, con la chiusura di molte industrie o con il ridimensionamento di altre il portafoglio di molti si è svuotato, la crisi nazionale a Taranto è decuplicata per cui prezzi di biglietti che potrebbero sembrare "normali" per il tifoso medio diventa enormemente "caro", aggiungiamo pure che già da un pò di tempo non esistono più biglietti omaggio o entrate a sgamo....qui sono tutti paganti e sono diventati pochi, sempre più di memeno, neppure una promozione attesa da dieci anni ha portato gente allo stadio per molteplici motivi....se poi a tutto questo aggiungiamo una società che tende a spennare i pochi che ancora vanno senza pensare ad invogliare le famiglie o i disoccupati....beh il quadro è bello completato....noi arriveremo a numeri di 10k tifosi allo stadio solo quando il Taranto arriverà a giocarsi il primato e nemmeno con uno stadio pieno sempre ma solo nelle partite di cartello.....poi dissento con okkio che parla di settore ospiti da 5k posti (addirittura tutta la curva Sud) nemmeno la serie A o B muove tanti tifosi al giorno d'oggi viviamo in un'altra epoca.....mi immagino che il nuovo stadio rispetti le caratteristiche degli stadi moderni, senza barriere fisiche con il campo e con un cordone di steward a separare le tifoserie avversarie.....forse a Taranto non funzionerà...beh allora vorrà dire che non siamo cresciuti nulla in questi anni e che forse le serie dilettantistiche sono quelle a noi spettanti, ma ho fiducia nel popolo rossoblu e non credo che sia così.......

Scritto il 21 Gen 2022 ore 17:17



706ac


Aristosseno, partite contro Juventus o Inter non fanno testo. L' Albinoleffe fece 17mila spettatori in B quando i bianconeri furono retrocessi per illecito mentre normalmente la media spettatori era di 1200, tifosi ospiti inclusi. Contro le padane, purtroppo, fanno capolino i tifosi delle stesse anche a distanza di centinaia di chilometri.

Scritto il 21 Gen 2022 ore 17:15



alf


ARISTOSSENO : se vai in serie A riempiresti uno stadio anche di 50.000 spettatori contro le nerostrisciate ma non funziona cosi tu devi fare uno stadio a misura per i tifosi tarantini non per gli ospiti ....e possibilmente fidelizzarli ,non ha senso fare uno stadio grande per nel migliore dei casi prima o poi .....riempirlo 2 o 3 volte l'anno .

Scritto il 21 Gen 2022 ore 16:55



ARISTOSSENO


e Taranto-Juventus...quindi voi sapete già che l'Italia non verrà mai più a giocare qui e che noi non giocheremo mai più con Juventus e Inter perché in serie A non ci andremo mai e non le incontreremo neanche in Coppa o in amichevole.OK , me ne farò una ragione.

Scritto il 21 Gen 2022 ore 16:36



alf


axel : mi riferisco ai biglietti venduti , i biglietti falsi non contano .

Scritto il 21 Gen 2022 ore 16:36



axel


No alf, l'abbiamo riempito totalmente almeno 4 volte che io ricordi: Italia -Ungheria, Italia - Francia, Taranto - Catania e Taranto - Inter

Scritto il 21 Gen 2022 ore 16:29



alf


18.000 posti sono piú che sufficenti anzi pensavo meno , a mio parere é molto brutto vedere uno stadio grande sempre vuoto , meglio una piccola bomboniera sempre piena e dai costi di manutenzione contenuti costi che poi si riflettono sulla societá e naturalmente nel costo del biglietto . L'attuale Iacovone non l'abbiamo mai riempito tranne quando venne la nazionale una sola volta in oltre 30 anni , il settore ospiti max 1,500 posti non tutta la curva .

Scritto il 21 Gen 2022 ore 16:21



Franco_dal_Brasile


ARISTOSSENO, non ho detto che scrivi c.azzate. Ho digitato su google “ Huish Park capienza” ed è venuto fuori 5.212, che vuoi che ti dica, prenditela con Internet. Ma al di là di questo, cosa se ne fa una squadra che milita in quinta divisione inglese, di uno stadio da 10.000 posti se fa una media di 3.000 spettatori a partita? All’estero gli stadi grandi li costruiscono perché sanno che li riempiono, ecco perché l’affluenza media è il dato più importante. Secondo te, se a Torino avessero visto che nel corso degli anni c’era una richiesta media di 60/70.000 biglietti a partita, avrebbero costruito lo Stadium con 41.000 posti? Puoi avere anche una provincia da 1 milione di abitanti ma se allo stadio ci vanno mediamente 10.000 spettatori, è inutile fare inno stadio da 25.000. Sarebbe un investimento non redditizio

Scritto il 21 Gen 2022 ore 16:20



Luca74


Il discorso stadio=potenzialità del territorio non è corretto. O quantomeno non lo è più da una trentina di anni. Nel calcio attuale la fanno da padrone le pay tv e la gente (per plurimi motivi che già sappiamo e che non sto qui a ricordare) preferisce guardarsi una partita seduto comodo a casa sul divano. Magari con tutta la sua famiglia, così risparmia pure sui biglietti. Tutto ciò ha allontanato la gente dagli stadi. Soprattutto a Taranto. Ricordo a me stesso, poi, che nell'ultima C con la B vinta sul campo, ma poi tolta perché km0 ci ha fatto penalizzare, la media spettatori a partita fu poco più di 6mila presenze domenicali. Media perché qualche partita facemmo di più, qualche altra di meno. Per cui oggi non è assolutamente concreto parlare di stadio grande perché Taranto è grande. Scordiamoci i 33mila di Taranto Catania (la metà dei quali composta da gente che allo stadio forse non era mai venuta). Uno stadio nuovo e soprattutto comodo nelle sedute, con 20mila posti, da noi basta e avanza.

Scritto il 21 Gen 2022 ore 16:15



axel


Io ho vissuto in 3 periodi a Londra, totalizzando due anni. Ho visto Londra Dublino e li c'è di tutto e di più da fare e vedere naturalmente. Ma nelle medie piccole città del nord dove piove e fa freddo da agosto a giugno a parte disco e pub dove vuoi andare?

Scritto il 21 Gen 2022 ore 16:14



ARISTOSSENO


Axel....ma tu ci hai vissuto in Inghilterra o parli per sentito dire ? Non hanno da andare da nessuna parte se non al pub e quindi la birra se la fanno allo stadio ? Ma sei sicuro ? No perchè allora io ho vissuto altrove....La teoria sugli stadi megagalattici poi è interessante anche se non è relazionata al fatto che da noi, sempre se lo faranno, costruiranno una struttura sottodimensionata alle potenzialità del territorio.

Scritto il 21 Gen 2022 ore 16:03



axel


il settore ospiti dello iacovone e' 1500. poi gli lasciano il resto della curva per convenienza se no devi mettere decine e decine di steward e sarebbe inutile per 5000 paganti

Scritto il 21 Gen 2022 ore 15:50



axel


cioe' in inghilterra non esiste che non vedo la squadra della mia citta' per seguire il city su sky come fanno qua con inter juve ecc

Scritto il 21 Gen 2022 ore 15:48



706ac


okkiorossoblu, mi sembra difficile immaginare che in uno stadio da 18mila posti ne siano concessi 5mila agli ospiti. E' plausibile che possano essere meno della metà. E comunque, visto che hai citato quella cifra, non superiamo le 13mila unità allo Iacovone da Taranto - Melfi del 2006.

Scritto il 21 Gen 2022 ore 15:47



axel


gli stadi megagalattici all'estero li fanno i privati per mantenere in piedi la bolla e far circolare denaro con le banche e non far crollare tutta la piramide del debito, spostando piu' in la nel tempo le scadenze ed avere degli asset in garanzia stile real madrid. poi non paragoniamoci con l'inghilterra dove c'e' una cultura diversa, non hanno le strisciate (maledetta sky e quando e' nata) e comunque, al di fuori di londra dublino ecc, il sabato non hanno da andare da nessuna parte se non al pub, e una birra tanto vale farsela allo stadio

Scritto il 21 Gen 2022 ore 15:45



ARISTOSSENO


Franco del Brasile, vedi che io non scrivo c.azzate....https://it.wikipedia.org/wiki/Huish_Park. E poi cosa centra la media spettatori se ti ho scritto che stanno in 5 divisione ?Io ho parlato di capienza dello stadio relazionata alla popolazione della città. Tra l'altro la settimana scorsa hanno giocato col Bournemouth in FA Cup ed hanno fatto il sold out.

Scritto il 21 Gen 2022 ore 15:33



ARISTOSSENO


Comprendo...allora è all'estero che, come al solito, non hanno capito niente costruendo stadi megagalattici, mentre noi in Italia, che a livello di squadre di club possiamo dominare al massimo la serie A (per distacco il peggior campionato d'Europa) abbiamo capito tutto. A partire dalla Juventus che, prima ha fatto lo stadio del subbuteo (in confronto alle grandi di Europa) e poi ha messo i biglietti di curva a 60 euro innescando una guerra con la tifoseria organizzata. E poi perchè alla Salinella non si potrebbero aprire attività commerciali annesse allo stadio ? A volte penso che il problema principale sia costituito da noi, che da un lato siamo disfattisti (20000 paganti non li faremo mai), e che però poi vorremmo cacciare Giove perchè vogliamo "quello coi soldi", che dovrebbe venire ad investire sul Taranto sulla base di cosa se al campo dite che 18000 posti vanno più che bene ? Perchè escludete a priori che non possa esserci un futuro migliore ? Cos'è che frena le vostre ambizioni, il Covid che ci ammazzerà tutti o un asteroide che sta per colpire il pianeta ? Uno stadio da 25000 posti mi sarei aspettato, visto che dopo ben 37 anni ci metteranno mano, mica il Maracanà....

Scritto il 21 Gen 2022 ore 15:28



Franco_dal_Brasile


Io credo che la capienza degli stadi in costruzione, non vada stabilita sulla base del numero dei residenti nella provincia, ma sulla media spettatori che si è avuta nel corso degli anni, eliminando ovviamente i picchi dovuti ad eventi eccezionali. Se un giorno dovessimo giocarsi la serie A contro il Bari in casa, probabilmente oltre ai 18000 che entrerebbero, qualcuno resterebbe fuori, ma sarà solo in quell'occasione. Più è grande uno stadio inoltre, più costa in manutenzione. P.S.: da Wikipedia, lo stadio Huish Park che ospita le gare dello Yeovil Town, ha una capienza di 5.212 posti ed una media spettatori di circa 3000 a partita

Scritto il 21 Gen 2022 ore 15:24



Mimmo


Milano - Vince La Cattedrale dello studio Populous, perdono Gli Anelli firmati da Manica-Sportium. Dopo mesi di indiscrezioni, Milan e Inter ieri pomeriggio hanno ufficializzato un risultato annunciato: il progetto completo del nuovo stadio a San Siro sarà realizzato nella sede milanese di Populous con il supporto del team Emea di Londra nel corso del 2022. Dopo la delibera dello scorso 5 novembre, con cui la Giunta guidata dal sindaco Giuseppe Sala ha concesso l’interesse pubblico al piano rossonerazzurro, l’annuncio di ieri è un altro passaggio fondamentale nella direzione concodata da Comune e club: la realizzazione di un nuovo stadio, la Cattedrale, appunto, nell’area di San Siro ora occupata da un parcheggio e dal Parco dei Capitani e la rifunzionalizzazione dell’area dove ora c’è lo stadio Meazza con la creazione di un distretto per lo sport e il tempo libero, con un nuovo parco pubblico di circa 50 mila metri quadrati di verde filtrante. L’investimento iniziale da 1,2 miliardi di euro previsto dalle società sarà in parte ridimensionato alla luce delle modifiche progettuali. Tra la prima e l’ultima versione del rendering di Populous colpisce l’aumento del verde e la sparizione delle tre torri previste per ospitare hotel e uffici. Non è un caso. L’intesa tra Palazzo Marino e le due società, infatti, prevede la riduzione delle volumetrie da 0,51 a 0,35, l’indice previsto dal Piano di governo del territorio per l’area di San Siro. Salta all’occhio anche un altro particolare osservando il nuovo rendering: non c’è più traccia della tribuna arancione e di una curva del Meazza, che nel precedente disegno sopravvivevano alla demolizione dell’attuale stadio. Nel nuovo rendering resta solo una delle maxi-torri del terzo anello. In una nota, Milan e Inter sottolineano che "l’area dove sorgeranno il nuovo stadio e il nuovo distretto sarà interamente pedonale, con circa 110 mila mq di aree verdi, il 40% dell’area. I parcheggi, che rappresentano attualmente il 27% della superficie dell’area, saranno totalmente interrati con assenza di parcheggi di superficie. Molte delle attività ludico-sportive saranno gratuite o convenzionate con il Comune". La Cattedrale – continua la nota – "vuole rappresentare un’icona celebrativa del patrimonio artistico della città. Il progetto si ispira, infatti, a due degli edifici più rappresentativi di Milano, il Duomo e Galleria Vittorio Emanuele, e porterà alla realizzazione di uno stadio unico e impossibile da confondere con altri nel mondo". I club parlano di una struttura all’avanguardia per innovazione ed ecosostenibilità, un impianto a impatto zero e certificato Leed. La principale differenza con il Meazza, disegno a parte, riguarda la capienza: il nuovo impianto avrà 60-65 mila posti (non 80mila), 12.500 dei quali saranno posti premium da vendere a tifosi vip e aziende a maxi-prezzi per assicurare ai club un introito decisamente maggiore di quello realizzato attualmente con la Scala del calcio. Alcune stime parlano di un ricavo di 80 milioni di euro all’anno sia per Milan che per Inter a partire dal 2027, l’anno in cui le squadre dovrebbero trasferirsi a giocare nel nuovo stadio. Nell’accordo tra Comune e società, infatti, è già messo nero su bianco che la cerimonia di inaugurazione delle Olimpiadi invernali del 2026 si svolgerà al Meazza, che proprio quell’anno compirà 100 anni di vita e potrà andare in pensione. Uno scenario, quello della demolizione dell’attuale stadio, che non tutti vedono di buon occhio, anzi. Il Comitato Sì Meazza punta a salvare l’impianto ed è pronto a presentare ricorsi al Tar e alla Corte dei Conti contro la delibera comunale dello scorso 5 novembre. Il Comitato per il referendum, invece, mira a far votare i milanesi su un quesito abrogrativo e uno propositivo sullo stadio. I vertici di Milan e Inter non replicano e guardano avanti. Il presidente rossonero Paolo Scaroni è sicuro che "il Nuovo San Siro sarà lo stadio più bello del mondo, contraddistinto da una forte identità e riconoscibilità". L’amministratore delegato corporate nerazzurro Alessandro Antonello spiega che "il nuovo stadio sorgerà al centro di un’area modernissima, verde e vivibile 365 giorni l’anno". Il manager director Emea di Populous Christopher Lee, infine, afferma che "La Cattedrale diventerà uno degli stadi più iconici del calcio mondiale". Negli ultimi anni Populous ha progettato lo stadio di Wembley, l’Emirates Stadium e il Tottenham Hotspur Stadium a Londra, lo Yankee Stadium a New York e l’Estadio Da Luz a Lisbona. Ora fate i dovuti paragoni e poi ditemi...FORZA TARANTO!!!

Scritto il 21 Gen 2022 ore 14:25



nino72


Aristosseno, permettimi...se la capienza di uno stadio va calcolata in base al numero di abitanti non se ne esce. Lo scopo è riempire lo stadio "SEMPRE", non solo quando andremo in Champions League. Basti vedere il San Nicola a bari. 18/20 mila, a mio avviso, sono più che sufficienti.

Scritto il 21 Gen 2022 ore 14:14



axel


Se si progetta a Roma uno stadio da 55000 penso che a Taranto uno da 18-20 mila ci possa stare. Se mettiamo sedie decenti lo Iaco attuale e' da non piu' di 21000. Se vogliamo guardsre alle realta' tedesche e inglesi e mettere attivita' commerciali non e' certo alla Salinella che lo puoi fare

Scritto il 21 Gen 2022 ore 14:14



ARISTOSSENO


L'Italia, e parliamo di impiantistica sportiva dedicata al gioco del calcio, rappresenta il terzo mondo d'Europa per concezione strutturale degli stadi e connessa mentalità imprenditoriale. In altre parole, meno eleganti, la quasi totalità degli stadi italiani, vecchi, nuovi e "ristrutturati" con 4 seggiolini fa schifo in quanto sono strutture fatiscenti e carenti di servizi. Per questa ragione, prendere ad esempio in materia realtà Nazionali è, a mio modesto avviso completamente errato. Ed è un errore madornale se pensiamo che, al giorno d'oggi , per potersi fare una cultura in materia non è necessario recarsi di persona in Germania, inghilterra , Spagna o Francia (Paesi dove , gli stadi nuovi o ristrutturati per davvero li ingrandiscono e li dotano di servizi per attrarre sempre più gente) ma basta una connessione ad Internet decente. E , badate bene, non parlo di realtà europee celebrate (Manchester, Liverpool, Monaco, Parigi, Londra ecc...). Nella cittadina Inglese dove ho vissuto diversi anni (Yeovil, 45000 abitanti, meno di Martina) lo Yeovil Town (che attualmente milita in quinta divisione, la nostra eccellenza) gioca in uno stadio (Huish Park), di proprietà del Comune, di ben 10000 posti che ospita la sede della Società, saloni di rappresentanza, Ristorante con pareti a vetro che danno sulla tribuna principale , 2 bar e negozio del merchandising ufficiale. Per quanto precede, uno stadio da 18000 posti per il capoluogo di una provincia che fa 570000 abitanti e che, da solo , ne fa 190000, sono un insulto.

Scritto il 21 Gen 2022 ore 13:48



Mimmo


Non fate la battaglia dei prezzi ora...in prospettiva futura (ovvero non buttatevi avanti per non cadere indietro)...perché non l'avete fatta con gli abbonamenti non rimborsati, non l'avete fatta quest'anno (dicendo che i prezzi sono giusti)...quindi parlare di aria fritta al momento non ha senso...FORZA TARANTO!!!

Scritto il 21 Gen 2022 ore 13:40



Mimmo


Oggi in serie C, ripeto senza considerare covid od altro, quanti spettatori facciamo? L'ultima stagione in C, prima che si squasciasse tutto, che media avevamo? In D, nelle partite 'clou', prima delle ultime 2 stagioni, in quanti eravamo? Quest'anno in C, quanti sono gli abbonati alla piattaforma (residenti in Taranto e provincia) che preferiscono stare a casa? Se lo preferiscono in C, cosa dovrebbe spingerli ad andare al campo in serie superiori? Quali squadre possono permettersi 5.000 spettatori in trasferta (quindi il settore ospiti sarebbe molto più piccolo) anche perché in caso di strisciatepadane...i loro tifosi siederebbero in ogni settore...18.000 spettatori o 20.000, poco cambia, è il numero giusto...FORZA TARANTO!!!

Scritto il 21 Gen 2022 ore 13:34



Mimmo


E soprattutto da quando pagano tutti...FORZA TARANTO!!!

Scritto il 21 Gen 2022 ore 13:26



binariotroncocannata


Colpo del sud tirol che prende il compagno di Giovinco nel renate.galuppini.forte forte.vogliono andare in B

Scritto il 21 Gen 2022 ore 13:26



Franco_dal_Brasile


Da quanto tempo il Taranto non fa 18000 paganti? (attenzione, non da quando si stava l'uno addosso all'altro, ma da quando tutti i posti sono numerati)

Scritto il 21 Gen 2022 ore 12:56



Franco_dal_Brasile


Gewiss Stadium (Atalanta) 21.300 posti - Dacia Arena (Udinese) 21.300 posti - Unipol Domus (Cagliari) 16.416 posti

Scritto il 21 Gen 2022 ore 12:39



okkiorossoblu


706ac a te e a tanti altri sfugge "colpevolmente" un particolare. 18.000 posti sarebbero comprensivi della curva Sud. Poiché è consuetudine dare tutta la curva agli ospiti, almeno fatevi i conti in modo giusto che alla fine i tarantini che potranno entrare saranno al massimo 13.000 anche se mai andremo in Champions League. E qualsiasi società al mondo con questa capienza non farà mai prezzi popolari. Ma a voi non frega un c.zzo, beati voi.

Scritto il 21 Gen 2022 ore 11:44