Go to Top

Guestbook

Aggiorna guestbook       Registrati

Effettua il login per poter scrivere

Registrati



angelix0374


nel web circola voce che oltre a un pre-accordo con Iadaresta, ci sarebbe un interesse, nemmeno tanto nascosto, per Pablo Burzio del Lavello.....boh non vedo come squadre sulla carta destinate a vivere il campionato da protagonista, possano cedere ad una diretta concorrente (almeno per adesso) questi giocatori

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 22:22



Luca.Coppola


Il tifoso tarantino avrebbe dovuto incàzzarsi, e di brutto, dopo che la sua squadra si è messa a fare 0-0 davanti a 24mila spettatori per far salire in B gli avversari. Io lì, e solo in quella occasione, avrei tollerato manichini impiccati, porte incendiate e teste di agnello decapitate. Tutto il peggio del repertorio che abbiamo visto in tante altre occasioni. Invece lì il tifoso tarantino è stato zitto. Zitto e muto.

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 21:05



Mimmo


Quoto al 1000X1000 LUCA74!!! Il tifoso Tarantino darà a chi saprà ricambiare l'amore per quei colori!!!

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 20:16



Luca74


Non è vero che non si può fare calcio a Taranto. Il tifoso tarantino ha sempre risposto alla grande quando ci sono state gestioni più o meno decenti. E la piccola frangia di deliquenti in quelle occasioni è rimasta ferma e zitta. Diciamo invece che a Taranto nessuno si fa più prendere in giro. Oramai il tifoso tarantino ha così tanta esperienza, così tanti calli, che una gestione da quattro soldi la riconosce da lontano. E a queste gestioni non da più nè fiducia, né denaro. Fate venire un De Picciotto o un Blasi.....e poi ne riparliamo. Qua sopra, a leggere qualche utente, sembra che il tarantino sia un selvaggio da tenere lontano. E onestamente mi sembra una squallida scusa per giustificare l'attuale gestione. Vorrei ricordare che su mille posti disponibili un mese fa, solo in duecento sono andati allo stadio. E di questi (lo so per certo) quasi tutti per vedere la squadra, non certo perché sostengono la società. Finitela di dare colpe agli altri.....le colpe dello sfacelo del calcio tarantino sono tutte di chi gestisce il proprio giocattolo da un pò di anni a questa parte. Neanche glie lo avesse prescritto il medico. Che squallore.

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 19:22



angelix0374


paffolotto...ma a dicembre chi vuoi che venga a Taranto, specialmente con questa società che non garantisce nulla...si accontenterebbero di una pacca sulla spalla e niente più??? ci rimangono gli scarti, quelli che sono stati o che lo sono tutt'ora svincolati.... fino a quando ci saranno certi signori a capo della società non potremo sperare in qualcosa di serio, vivremo alla giornata, si navigherà a vista senza un minimo di programmazione

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 16:22



Luca.Coppola


Concordo con Lambrugo. Ed aggiungo: dai commenti dei nostri tifosi su fb, inseriti sotto la notizia della porta incendiata a Foggia, qualsiasi mente provvista di un minimo di raziocinio capirebbe perchè il Taranto non potrà mai tornare in serie B, e perchè invece è giusto che ci siano il Cittadella e l'Entella al nostro posto. Peraltro, proprio in un Taranto-Foggia del 1990, con contestazione in atto e lancio di oggetti alla prima sconfitta casalinga in serie B, il presidente di allora che ci fece fallire fu profetico; "Non si può fare calcio a Taranto, in nessuna maniera. Il Taranto può finire anche a mare, tanto ce ne abbiamo tanto" (vedere video su youtube)

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 16:18



Paffolotto


Cmq se Falcone e Guaita continuano a migliorare soprattutto il primo anche Favetta andrebbe bene e farebbe tanti goal

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 16:09



Paffolotto


A me iadaresta nn mi entusiasma.tsnto meno albadoro.ma dico tra tanti attaccanti SMP i soliti nomi? Boh!!!

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 16:06



angelix0374


mi fa piacere che ci sia ottimismo intorno alla squadra....è vero, abbiamo già 11 pt avendo incontrato quelle squadre che dovrebbero, sulla carta, concorrere alla vittoria finale ma sappiamo come li abbiamo fatti (due anni fà erano già 14 dopo 6 gare)...... non abbiamo uno straccio di attaccante dopo la bocciatura di Strac e si sta aspettando lo svincolo di Iadaresta (svincolato a sua volta fino a settembre) che lo vedo molto difficile....probabilmente Montervino lo conosce bene ed è un buon imbonitore, ma convincerlo a lasciare un buon ingaggio per un altro sicuramente minore ed "incerto"....bah ho dei dubbi sulla sua venuta....ma sicuramente sbaglierò.....poi che questo giocatore possa garantire 15/20 gol staremo a vedere, inoltre mi chiedo....se Iadaresta così come Albadoro ed altri per esempio erano a spasso già da giugno, perchè ingaggiarlo solo a dicembre...l'intesa e gli schemi del mister quando li assimilerà???

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 15:55



nonnoluigi


"La squadra è fortissima "...è una valutazione di cuore ...solo di cuore ...non analizzata in maniera neutrale...vale la pena dare un freno all'ottimismo....onesto ..è una buona squadra ...a montervino francesco voglio bene ...ma il voto ad oggi deve essere equo ...imparziale...ed equilibrato...onesto il lavoro del giovane ds ha presente dei "chiaroscuro" evidenti..tra luce ed ombra ....la matita ha disegnato per il tecnico giuseppe laterza una rosa ...un gruppo di eroi piatto nel reparto avanzato e poco realistico per vincere un campionato..un intero reparto un corpo opaco....la squadra non è omogenea...gli manca il troncone del reparto avanzato...completamente ...la classifica ad oggi e i numeri non mentono dicono del sorrento la più forte...la realtà dice che la capolista non ha mai perso ...ha impattato una sola volta e sempre vinto...avanti a tutti e dietro le migliori inseguitrici a pari merito e posizione... quindi il giudizio ad oggi vale la pena essere più cauto...nel primo mercato almeno è quello che appare più evidente ....nel secondo mercato di dicembre ben ha fatto il ds a chiarire che la società è pronta a scambi necessari con abbandoni preventivi di attaccanti inqualificabili e molto costosi e a correggere gli errori più evidenti con nuovi arrivi stabili al torneo di mestiere e con meno azzardo...di un cambio sulla trequarti e un cambio di prima punta e seconda punta ..tre evidenti errori e necessarie correzioni ...correzioni indispensabili per vedere risultati positivi...per vedere l'unico risultato positivo possibile ...quello di vincere il campionato...perciò il lavoro mancato all'inizio del campionato riprenderlo a dicembre pare necessariamente propedeutico...a comprendere la finalità del campionato...ad una analisi neutra ad oggi è solo una una buona squadra il taranto...capace di tre vittorie ....ma incapace di vincere con le migliori sconfitta col sorrento e pari col casarano e picerno...

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 15:44



nonnoluigi


sono dei delinquenti ...mettere a fuoco la porta di una casa con la famiglia all'interno...malati di cervello....dei criminali

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 15:11



roots


@nico74: sul cauto ottimismo riguardo la squadra (sempre se davvero prendono la punta) posso anche essere d'accordo

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 14:29



roots


E chi dice che bisogna fare uguale?! Stiamo solo ricordando gli innumerevoli episodi gravi accaduti altrove, che però non hanno portato i presidenti a dimettersi o i tuttologi a dire che in quella città non si può fare calcio. A Taranto invece abbiamo i Campitiello che se ne vanno per qualche coro/striscione contro, dopo aver avuto il privilegio di vedere 11000 spettatori in D (gli stessi di Torino-Roma quel giorno) senza essersi mai avvicinati minimamente alla lotta per il primo posto.

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 14:28



Nico74


Ora prendono una forte punta e cedono qualche giocatore, cosa giustissima, e poi vediamo come va il campionato. La squadra è fortissima se migliorata con una punta, questa è la realtà, ed è merito di questa attuale società ma di più di montervino. Quindi lasciamo fare a lui e sosteniamo invece di fare i gufi

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 14:24



Nico74


Ma non è che da altre parti ci sono delinquenti e qui si deve fare uguale. Allo stato attuale il taranto è di giove e basta. Speriamo che si vinca il campionato e basta. Il covid ha aiutato a non andare allo stadio facendo felice più di qualcuno, che volete di più. Io spero che il Taranto vinca a prescindere da chi lo guida. Tanto noi tifosi non decidiamo nulla, non illudetevi di cambiare qualcosa. Basta chiacchiere

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 14:21



roots


@706ac: a Perugia torce, fumogeni e oggetti vari sul pullman che rientrava da una trasferta. Erano in B, tipo alla terza o quarta sconfitta consecutiva, dopo aver vinto tre campionati su quattro nelle precedenti stagioni. Potremmo andare avanti per ore. A Taranto sono tutti più sensibili, compreso l'osannatissimo Blasi che ogni tre per due minacciava dimissioni.

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 13:44



706ac


Roots, a Bergamo l'ex presidente dell'Atalanta Ruggeri per una retrocessione dalla A alla B fu costretto a girare sotto scorta (insieme alla sua famiglia ) per mesi, addirittura affermò che aveva una volante fissa sotto la sua abitazione. Eppure non mi sembra che ci sia stato il fuggi fuggi, anzi chi è arrivato dopo Ruggeri ha portato l'Atalanta in Champions e ha pure costruito lo stadio di proprietà. Potrei fare anche l'esempio del presidente del Pescara a cui hanno lanciato una bomba carta nell'abitazione o Lotito che ha dichiarato che riceve 7/8 minacce di morte al giorno. Stanno tutti li, non se ne va nessuno. Evidentemente Taranto è una realtà parallela dove basta un adesivo ritoccato o un Cicciobello impiccato per farti scappare a gambe levate....

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 13:33



roots


1993: perché a Lecce? Dopo la prima (la prima!!!) finale playoff persa ci fu un putiferio e molti giocatori abbandonarono la città nascosti nel cofano, per paura che venissero intercettati per strada. Però sule a Tarde sime stuedeche, all'otre vanne so' buene...

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 13:22



706ac


Lambrugo, e come mai dalle altre parti incendiano case ed auto di calciatori o presidenti, provano ad estorce denaro alle società (lo stesso De Picciotto fu vittima di un tentativo simile nel leccese) o hanno la criminalità organizzata praticamente organica nella propria tifoseria eppure riescono a stare puntualmente in A o B mentre qui per sembra che basti un bambolotto sul cavalcavia per far scappare a gambe levate qualsiasi imprenditore? Passano gli anni ma non mi spiego questa contraddizione.....

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 13:18



1993


Lambrugo: i "danni permanenti" evidentemente influiscono ed hanno peso solo a Taranto. Negli ultimi anni, sia a Foggia che a Pescara, episodi del genere, ce ne sono stati a bizzeffe. In qualunque serie si trovassero le rispettive società. Giusto per farti qualche esempio. Mi sembra che, nonostante tutto, abbiano continuato ad avere una certa dignità sportiva. Cosa che noi ci sogniamo da anni. Ma ripeto, evidentemente, a Taranto, anche aggressioni immaginarie devono per forza fare da contraltare alla inettitudine delle varie presidenze.

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 13:02



1993


Jhon Petrucci: mi permetto di aggiungere che il Taranto va tolto al più presto dalle mani del signor Giove, SOPRATTUTTO per le vicende giudiziarie che dimostrano, casomai ancora qualcuno non lo avesse capito, che gli interessi di contorno e la trame poco chiare(per usare un eufemismo) ci porteranno all'ennesimo botto. Magari fosse "solo" un problema di risultati.

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 12:56



Lambrugo


Dei soggetti, che incendiano una porta, rischiando di far fare la fine dei topi ad una giovane famiglia con 2 bimbi, possono mai essere tifosi ? Sono dei criminali. Punto. Un po come chi mette le mani addosso ad una donna . E' un pericoloso delinquente. Che si ripeterà alla prima occasione.

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 12:56



rossoblu82


Le strade che hanno fatto incontrare e sposare Denis Stracqualursi e Taranto dovrebbero separarsi! Questa è l'ultima indiscrezione raccolta dal team di TUTTOcalcioPUGLIA.com, secondo la quale l'attaccante argentino giunto sulla costa ionica lo scorso 18 settembre, sarebbe pronto a salutarla definitivamente a distanza di soli quattro mesi o poco meno. Il solo gol dell'argentino di Rafaela contro la Puteolana e le poco lucide prestazioni da lui sfoderate non hanno accontentato mister Laterza e la società, tanto che il club sembrerebbe esser disposto a cederlo. Secondo la nostra indiscrezione per l'esperta punta 32enne l'esperienza in Italia dovrebbe vivere un seguito, con la Vigor Lamezia che starebbe spingendo per accaparrarsi le sue prestazioni. Ma ad oggi l'entourage starebbe aspettando offerte più prestigiose, le quali sono arrivate nelle ultimissime ore: infatti, due club pugliesi del girone H e due del girone I avrebbero richiesto informazioni sull'attaccante. Seguiranno dunque aggiornamenti per quanto concerne il futuro di Denis Stracqualursi con la maglia del Taranto.

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 12:55



rossoblu82


ma tra l'altro perchè non prendere subito iadaresta (è andato a picerno a fine settembre) che era svincolato ed aspettare dicembre?? poi dice che uno non deve dire sempre le stesse cose...

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 12:52



Lambrugo


I " Gentile" ed i " Maurantonio" vanno e vengono. Invece, i danni permanenti che lasciano in eredità questi balordi e criminali, restano marchiati a vita . Nessun imprenditore con grande senso civico può prendere in esame un serio progetto a medio-lungo termine in queste polveriere. Ecco perchè spesso, alcune società , vanno puntualmente in mano a soggetti simili a quelli che impersonava Alberto Sordi. Ma la cosa peggiore è che molti non si rendono conto del danno e non conoscendo bene la materia , la buttano in caciara .

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 12:48



TaXberg


John Petrucci.Sacrosante parole.

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 12:23



706ac


Comunque se Stracqualursi dovesse andare via a dicembre questa società riuscirebbe nell'impresa di aver collezionato un "bidone" cento volte peggiore di quello di Olcese. Almeno quest'ultimo è arrivato a dicembre dello scorso anno in piena smobilitazione e ha giocato (male) diverse partite, questo è stato atteso in estate come se fosse il nuovo Messi e ha giocato pochissimi minuti mostrando una forma fisica degna di un pensionato. Ridicoli!!!

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 12:21



706ac


Rossoblù82, se Maurantonio per uno schiaffio immaginario si è messo sei mesi in malattia Gentile del Foggia cosa dovrebbe fare? Espatriare in Sudamerica? Sono sicuro che, invece, sarà regolarmente in campo. Questo sempre per la serie #aTarantonsipuòfarecalcio.....

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 12:18



johnpetrucci


Ripeto sempre che il risultato sportivo, seppur chiaramente insufficiente, non è il primo motivo per cui questa società viene giudicata con i termini che noi conosciamo. La sconfitta vera è quella ottenuta sul piano umano. La tifoseria che era già allo stremo è stata del tutto privata di ogni entusiasmo, gioia, ambizione. Ci hanno anestetizzati alla mediocrità, non solo sportiva, ma anche organizzativa, sociale. A risultati mediocri negli ultimi anni il presidente Giove si è scatenato con una gestione da terzo mondo. Con una sfilza di "professionisti" uno più ambiguo dell'altro. Anzi, che dico ambiguo. Quelli che si sono succeduti sono stati chiaramente personaggi già passati in giudicato per numerose vicende sportive e non. Il DS bitontino, dalla facile lezione sull'etica della sconfitta, artefice della combine Picerno-Bitonto, anno 2018/19. L'ex dg campano recentemente accostato ad ambienti poco salubri ed accusato di usura. O vogliamo parlare del dg occulto dai molteplici profili social? Ma potremmo anche citare le innumerevoli dimissioni/fughe di dirigenti, medici. Potrei pure citare l'idillico rapporto tra il "primo tifoso" e la APS dal primo appellata come "male del Taranto". Ma voi direte... almeno avesse avuto risultati sul campo...

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 11:35



rossoblu82


Il Sindaco Franco Landella ha commentato l'increscioso episodio avvenuto nella notte al capitano del Foggia Gentile: "Questa notte si è verificato un episodio increscioso, che mi riempie di rabbia e sdegno: ignoti criminali hanno incendiato la porta di ingresso della casa di Federico Gentile, giocatore e capitano del Foggia calcio. Questo atto è ancora più grave e disgustoso se si pensa che Gentile, al momento dell’accaduto, era in casa con la sua famiglia (moglie e due bimbi piccoli) e l’incendio avrebbe potuto provocare effetti molto peggiori e devastanti. Abbiamo a che fare con balordi. Non è giusto che una sparuta minoranza criminale e violenta debba rovinare l’armonia di un’intera comunità: non possiamo stupirci se il nostro amato territorio finisca in fondo alle classifiche sulla qualità della vita. Non stupiamoci se qui la gente ha paura e questo clima di sospetto e terrore spaventa gli investitori e tutte le persone di buona volontà che vogliano scommettere su questa terra. Foggia non ci sta. Non possiamo restare inermi dinanzi a un episodio così terribile e violento. In qualità di primo cittadino e tifoso amante del Foggia Calcio, esprimo tutto il mio sostegno e la mia solidarietà a Federico Gentile e alla sua famiglia".

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 11:29



roots


Si parla tanto di D'Addario che ci ha fatti sparire, ma l'attuale presidente e Pieroni ci lasciarono in una situazione non dissimile. In C2 con una squadra di ragazzini della Berretti che stava (ovviamente) andando dritta nei dilettanti. peraltro dopo una umiliante retrocessione sul groppone. Almeno D'Addario, prima del triste epilogo, qualcosa di decente ce lo aveva fatto vedere. Ciò nonostante, mi pare che la seconda opportunità sia stata concessa ed i risultati parlano di tre stagioni su tre in cui l'obiettivo è stato miseramente mancato. Ah, siamo ad un passo dal raggiungere il triste record del quinto campionato di fila in D e dobbiamo sperare che si degnino di acquistare un mezzo centravanti per scongiurare ciò. Che pena.

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 10:59



Mimmo


Quante altre possibilità ancora? Soprattutto dopo aver fallito miseramente un campionato del quale lui stesso era convinto di averlo stravinto ancor prima di cominciare, dopo un campionato dichiarato dibtransizione? Quante possibilità ancora prima che capisca che non è capace a portare avanti un progetto vincente?

Scritto il 2 Dicembre 2020 ore 10:14



rossoblu82


Taranto e Soufiane Lagzir, un matrimonio che potrebbe venir meno dopo soli sei mesi dell'ufficialità di congiungimento! Questa è l'ultimissima ora appresa in esclusiva dalla redazione di TUTTOcalcioPUGLIA.com, secondo cui il classe '94 nativo di Casablanca potrebbe lasciare la costa ionica nel corso della sessione di calciomercato invernale, la quale ha avuto inizio quest'oggi e che annovera come termine ultimo il prossimo 26 febbraio. Secondo quanto raccolto, infatti, tre top club del campionato di Serie D sarebbero sulla seconda punta che ad oggi veste la casacca del Taranto. Uno di essi dovrebbe militare nel raggruppamento H, dunque quello prevalentemente pugliese. Seguiranno nei prossimi giorni aggiornamenti in merito al futuro del ragazzo in rossoblù.

Scritto il 1 Dicembre 2020 ore 21:28



rossoblu82


Taranto è attivissimo sul mercato. Secondo quanto comunicato durante ‘100 Sport Magazine’ su Studio 100 Tv, la società rossoblù sarebbe vicinissima all’ingaggio dell’attaccante Pasquale Iadaresta, attualmente in forza al Picerno. Dopo una serie di contatti telefonici tra il procuratore del calciatore e il ds Montervino, poche ore fa ci sarebbe stato l’incontro decisivo. Sempre secondo Studio 100, potrebbero lasciare Taranto Lagzir e Straqualursi.

Scritto il 1 Dicembre 2020 ore 21:26



Luca.Coppola


Massimo ebbe sicuramente delle responsabilità, in solido, con il plurinquisito e pluricondannato ex patron marchigiano per la fine indegna di quel Taranto, non foss'altro perchè di quella società era socio di minoranza. Nessuno lo può negare, è la storia. Ma è proprio dalla voglia, immensa, di riscatto che covava per quella sciagurata esperienza che aveva deciso di ritornare in sella, per ripulire la propria immagine dalle macchie schifose di quei campionati e di quel fallimento semplicemente indegno. Ma se non si da una seconda possibilità, nemmeno a chi ha sbagliato e sa di averlo fatto... siamo tutti dei santi senza peccato, dietro un pc ed una tastiera.

Scritto il 1 Dicembre 2020 ore 21:10



Mimmo


Tutto chiaro NONNO...esaustivo come sempre...grazie

Scritto il 1 Dicembre 2020 ore 20:30



nonnoluigi


Mimmo scusa gli errori ".....allora Al Sorrento e' riuscita l'impresa perche' ha saputo difendere il minimo scarto di un gol realizzato su palla da fermo per il primo vantaggio" ...

Scritto il 1 Dicembre 2020 ore 19:45



nonnoluigi


"Al limite" ...mimmo noi a casarano abbiamo fatto la stessa partita tattica del Sorrento a taranto ....classica trasferta a non subire e ripartenza ....provando ad utilizzare e a sbloccare il risultato con qualche calcio da fermo ...Al Sorrento e' riuscita l'impresa della Vittoria ....a noi non e' riuscita perche' poveri di qualita' nel reparto avanzato ...siamo tornato a casa col risultato che ci eravamo prefissati in settimana non perdere la partita ....se andiamo a casarano con Tre over in una difesa a 4 ...e mettiamo marsili a copertura della difesa e due altri mediani a copertura del capitano e due esterni piccolo e veloci a tornare presto a 5 sulla linea dei mediani e senza centravanti ...personalmente viene il dubbio anche sul ruolo impiegato da santarpia ...con questa composizione tattica difficile pensare che siamo andati nel profondo sud a casarano per vincere la partita ....allora Al Sorrento e' riuscita l'impresa perche' ha saputo difendere il minimo scarto di un gol evrealizzare su palla da permomil primo vantaggio ...su una imperiosa testata ...e dopo il momentaneo pari ...andare di nuovo in vantaggio ...di rimessa su una azione che dobbiamo ammetterlo in quarta serie di buona fattura sia la costruzione che l'esecuzione ....allora al bravo Francesco montervino ...dobbiamo onorare le sconfitte e fare tesoro ...tra le concorrenti siamo I peggio equipaggiati in Rosa ...abbiamo un reparto che bisogna inventare ...in avanti abbiamo solo esterni validi e applicabili e nientaltro ...falcone e Guaita che per 45 minuti piu' recupero ci hanno illusi della vittoria ....Francesco di aggrappa a rigori non concessi ...ai legno ..Al ciuffo d'erba ....alla malasorte ....ma non e' la verita' del pallone ...la verita la sappiamo tutti ....a casarano non abbiamo vinto perche' non avevamo alternative in Campo e in panchina a difendere il vantaggio ...e realizzato il secondo gol ...onesto ci siamo andati vicino ...e non vale la pena aggrapparsi Al legno preso e Al gol subito all' ultimo minuto ..nel gioco del pallone puo' succedere e se chiedi a Vittorio galigani lo conferma ....nel possibile e immaginabile deve chiudere definitivamente tutte le polemiche possibili e acquistare il necessario che necessita ad una compagine incompleta nel reparto avanzato nel ruolo di punta e seconda punta ....

Scritto il 1 Dicembre 2020 ore 19:38



angelix0374


non vi lambiccate il cervello...noi nemmeno il mestierante di Eccellenza ci possiamo permettere....chiedo.......cronologicamente è avvenuta prima la notizia della concessione in uso dello Iacovone o la proposta di acquisto di De Picciotto?

Scritto il 1 Dicembre 2020 ore 19:13



Mimmo


NONNOLUOGI io credo che a noi serva un mestierante e lo potevano prendere anche nelle serie minori, dove credo che si possa pescare bene: benvengano i giovani ma serve qualche vecchiaccio, in forma, accanto loro.

Scritto il 1 Dicembre 2020 ore 18:54



nonnoluigi


scusate se faccio una considerazione sul calcio giocato ....ho letto di una intervista del nostro ds ...gli è venuta in mente la gare col sorrento...il sorrento con la vittoria sul taranto ..vola al primo posto e lo tiene saldo ...a 16 punti con 5 vittorie un pari e zero sconfitte ...poi le più forti sono insieme a rincorrere con gli stessi punti maturati da una sconfitta due pari e tre vittorie ....il sorrento viaggia da media capolista ...a taranto ha vinto perchè è strutturata bene ...come il casarano è pervenuto al pari ...fotte a noi perchè pervenuto all'ultimo minuto...ma sappiamo che i cambi di feola ci sono superiori per quantità e qualità sotto rete...ha realizzato un centravanti subentrato ...onesto ciro aveva creato un altra azione da gol nell'attirare a se la palla all'limite dell'area e a seguire si libera della marcatura facendo vedere quello che meglio sa fare e tirare in bocca a sposito facendo vedere quello che peggio sa fare...ma noi ciro lo conosciamo bene per quello che sono le cose buone che sa fare e i suoi limiti anche...tornando a taranto sorrento mi viene in mente che i due gol realizzati a determinare la sconfitta sono realizzati da due calciatori che per esperienza e tecnica in quarta serie fanno la differenza cacace e liccardi ...e differenza è stata...caro montervino francesco...

Scritto il 1 Dicembre 2020 ore 18:32



Luca74


L'intervista a De Picciotto riportata integralmente da Angelix alle 15.51 è la dimostrazione delle enormi put.tanate che vengono sparate dai lacchè della società ed è la dimostrazione che c'era un grosso interesse per il Taranto calcio. Solo che il grosso imprenditore non è un [non consentita] e certamente nella trattativa si è visto sparare cifre spropositate per un Taranto di serie D che ha un sacco di debiti. È solo vergognoso ciò che ha fatto la società. Non vendere a chi ha le potenzialità per farci tornare nel calcio serio è la dimostrazione che del Taranto non se ne fott.ono nulla. Altro che primo tifoso..... Ma quann s n'hadda scè? Sparisca da Taranto chi ci ha già fatto fallire.

Scritto il 1 Dicembre 2020 ore 18:24



egi72


Che poi, tranne il subentro di D'Addario he fu portato da Blasi çhe voleva vendere seriamente, non si è mai avvicinato nessuno al Taranto perché i vari pezzari che si sono succeduti, o non volevano vendere perché consapevoli di non ricavarne un euro o perché si riducevano all'ultimo momento e non trovando nessuno ci portavano al fallimento. Nessuno di loro, tranne Blasi, si è mai messo veramente alla ricerca di un valido successore. Giove evita di passare alla storia come colui che ci ha fatto fallire 2 volte. Uno scatto d'orgoglio e fatti da parte. Adesso Comune ed Aps avrebbero il tempo di trovare l'alternativa che Taranto merita.

Scritto il 1 Dicembre 2020 ore 18:12



egi72


Parole sante

Scritto il 1 Dicembre 2020 ore 18:03



rossoblu82


E dove sarebbe la novità? Mica é la prima volta....giove ci ha già fatto fallire con Pieroni o lo avete dimenticato? Eppure é stato accolto con i tappeti rossi invece di essere schifato come meritava...ma si sa che i tarantini nn hanno memoria... Con Blasi invece che nn ci ha fatto fallire ed ha sfiorato la b due volte fanno tutti i sofisticati solo xchè non é tarantino come il peggiore presidente della storia...

Scritto il 1 Dicembre 2020 ore 18:00



angelix0374


credo che il fallimento sia l'ultimo atto di Giove, per farsi ricordare da tutti noi....avevamo toccato il fondo col duo, non abbiamo avuto la fortuna di trovare di meglio, navighiamo a vista senza staff medico, senza soldi, con le quote sequestrate, con una squadra che sta dando tutto ma domani come reagiranno???...forse tutti ci dovremmo attivare, in primis l'APS che ci rappresenta a non finire in tribunale, scongiuriamo questa sventura tanto è lì che ci vuol portare il presidente Giove, salvo poi sparire da Taranto alla stessa stregua del venditore a Km0....

Scritto il 1 Dicembre 2020 ore 17:45



Mimmo


🤣🤣🤣🤣🤣🤣... mi fa morire sto Coppola, o chiunque esso sia, sempre più ridicolo...🤣🤣🤣🤣🤣...non ci credo che la sua mente partorisca tutto ciò!!! Addirittura ora Giove lo chiama per nome, Massimo...vabbé meno male che ci sta questa gente che ci tiene allegri...anche se ci sarebbe da piangere. Amici tifosi rossoblu: Giove non vende perché non gliene frega niente del Taranto e gli conviene fallire! Così non compra nessuno e finisce il campionato e poi lascia il giocattolo distrutto. Se dovesse vendere, lo farebbe a cifre spropositate per potersi dare alla fuga con i soldi...Solo l'intervento delle autorità locali, il controllo Aps e la verità raccontata dai media possono aiutare il Taranto a liberarsi di Giove e dei suoi satelliti!!!

Scritto il 1 Dicembre 2020 ore 17:24



Mattia_Spa


Luca.Coppola alias Coccodrillo alias Donna.Dolores sei ridicolo, 76 anni di vita per arrivare a farti deridere da una città intera. Ti paragoni ad un grande imprenditore, proprio tu che hai collezionato solo fallimenti e sconfitte. Fatti un bagno di umiltà, e se possibile goditi gli ultimi anni levandoti dalle scatole. Sanguisuga.

Scritto il 1 Dicembre 2020 ore 15:56



angelix0374


posto integralmente un'intervista integrale fatta da Cosimo Lenti a Renè De Picciotto, dove si evince chiaramente il suo interesse ad acquisire la società (in toto o anche in parte).....questo per qualcuno che finge che nulla sia successo nel giugno scorso...poi se si crede che l'italo-svizzero ha l'anello al naso e la sveglia al collo...beh ha proprio sbagliato.....“Personalmente mi sono interessato alla città di Taranto per vari progetti, con un occhio di riguardo anche per il lato sportivo. Quando ho parlato sia con il comune che con altre persone, vi era l’ipotesi che il presidente della squadra di calcio fosse potenzialmente pronto a intraprendere un discorso di cessione, ma aveva delle richieste. Queste comprensive di spese pregresse e una cifra di cessione, che mi è parsa non congrua per una squadra di Serie D, visto che bisogna programmare il futuro e non pensare solo a pendenze passate. Perciò mi è stata accennata una cifra, che ho ritenuto troppo alta. A queste condizioni non volevo intraprendere tale discorso. Non conosco il signor Galigani, e il Presidente Giove l’ho visto da lontano in un ristorante, perciò non c’è mai stata una trattativa. Il sindaco mi ha chiesto di dare la mia disponibilità per la squadra di pallacanestro della città, ed io l’ho fatto”. Adesso che c’è stata una sorta di apertura ad intavolare una trattativa, manifesterà in maniera concreta la sua volontà di acquistare la società rossoblù? “Sarebbe importante cambiare le premesse. Se vi è una richiesta secca e non si cerca di voler trovare un accordo, io non posso accettare. Ci vorrebbe un’altra formula, al momento non so se il Presidente Giove vuole un socio che acquisisca solo una quota o la maggior parte delle quote della società. Se dovessi avere tra le mani dei dati precisi in merito alla situazione economica del club, potrei seriamente pensarci, ma ci dovrebbe essere un approccio diverso”. Se il Taranto dovesse salire di categoria De Picciotto sarebbe ancora intenzionato ad acquistare la società in futuro? “Il bacino d’utenza di Taranto non cambia, quindi la categoria non importa. La città dei due mari merita una squadra di gran rilievo. Nella mia testa vi era l’idea di partire dalla D per puntare a qualcosa di importante con un budget preciso, ma se mi viene sparata una cifra che comprenda situazioni passate che non sono di mia conoscenza, allora la reputo non congrua. Perciò se dovesse cambiare la formula della richiesta, perché non dovrei accettarla? Anche perché i tifosi rimangono, la città in questi anni può solo migliorare dato che ha visto il peggio negli ultimi anni”. Che ruolo ha di preciso nel Lecce calcio? “Sono socio. Ho una delle quote più grosse e sono molto ascoltato, visto che ho più di 55 anni di esperienza nella vita aziendale. Non vogliono il posto di nessuno, ho solo dato dei consigli e dei soldi, e fino ad adesso non credo sia andata male”. Quali sono i suoi progetti per la città dei due mari? “Sto studiando quello che posso fare per ciò che mi compete, sia a livello alberghiero, turistico che immobiliare. Devo dire che sono stato accolto molto bene e in maniera intelligente dal Sindaco, ho trovato Taranto piacevole come ambiente”.....ripeto Giove ha più volte detto che arriva uno più forte economicamente si sarebbe fatto da parte (e De Picciotto è molto ma molto più potente economicamente di Giove ma non "fes..so", non regala soldi a nessuno) la proposta, quasi ufficiale, l'ha formulata dal giugno scorso...insomma dipende solo da Giove......forse sarà meglio aspettare l'approvazione del bilancio (il 31 è ormai prossimo) per evitare sorprese e poi si potrà fare qualcosa...questa volta si facesse sentire pure l'APS per prendere visione nei giusti tempi del bilancio dello scorso anno

Scritto il 1 Dicembre 2020 ore 15:51



alf


Ne avevo letto di p.......te ma che questo Taranto vale 2-3 milioni di euro le supera propio tutte

Scritto il 1 Dicembre 2020 ore 15:46