Go to Top

Guestbook

Aggiorna guestbook       Registrati

Effettua il login per poter scrivere

Registrati



706ac


Ma per le nostre istituzioni è tanto difficile prendere posizione in maniera così netta ? [i]. Fr anco Landella, sindaco di Foggia, è piuttosto scettico su un possibile futuro del Foggia in Serie C. Secondo il primo cittadino, infatti, "Un fondo vincolato - si legge sul Corriere dello Sport - e condizionato (ammontare di circa 2,6 milioni di euro, ndr) non può essere considerato minimamente sufficiente a soddisfare i requisiti richiesti dalla Lega Pro". Cosi sarebbero stati invitati i soci a fornire ulteriori dettagli sulla consistenza economica del club rossonero, non solo per rassicurare la stessa amministrazione comunale ma anche e soprattutto i tifosi rossoneri./i]

Scritto il 11 Agosto 2020 ore 20:59



Assimepacce


@lux tarentum : nello stralcio dell'articolo delle noif che hai riportato non si fa distinzione tra debiti sportivi e debiti con l'erario.

Scritto il 11 Agosto 2020 ore 19:43



Mimmo


Ma la tv alla quale si aggrappano è studiocento o canale85?!?

Scritto il 11 Agosto 2020 ore 19:37



Alfre59


Gli acquisti alla prossima puntata evviva è iniziato su telestudio100 la nuova telenovela

Scritto il 11 Agosto 2020 ore 17:35



Mimmo


Luca74...no nulla...soliti discorsi...

Scritto il 11 Agosto 2020 ore 16:04



Luca74


Vedo parlare di cifre e percentuali di debito. Mi sono perso qualcosa?

Scritto il 11 Agosto 2020 ore 15:29



Franco_dal_Brasile


Lux, se il 70% del debito del Taranto è imputabile all’erario, il restante 30% a cosa si riferisce?

Scritto il 11 Agosto 2020 ore 15:26



LuxTarentum


Assimepacce: mi dispiace contraddirti un’altra volta: chi subentra dal tribunale, si deve accollare solo il debito sportivo, nel quale non rientra quello col fisco, che al momento rappresenta almeno il 70% del debito del Taranto Calcio. Significa che con 3-400 mila euro (forse anche meno) ti prendi il Taranto e mantieni la categoria. Considerando che prendere il Taranto adesso, tra debito col fisco e richieste, quelle si folli, di Giove, costerebbe circa 2 milioni di euro, oltre a dover trattare con uno indagato per svariati reati, a mio modestissimo avviso non è affatto folle sperare nel fallimento, anzi, allo stato attuale, è l’unica via d’uscita. Ad ogni modo, sul sito della Figc c’è un bel file in pdf con tutti gli articoli delle NOIF. Consiglio a tutti di leggerlo, come ho fatto io nel corso degli anni. È interessante, per niente noioso, e prima o poi torna sempre utile, anche per sapere di cosa si sta parlando...

Scritto il 11 Agosto 2020 ore 14:28



706ac


Rossoblù82, al 99,9999999% ci sarà l'immancabile "frecciata" alla tifoseria che (secondo la (il)logica societaria) è ingrata verso questa società che permette al pallone cittadino di rotolare.

Scritto il 11 Agosto 2020 ore 12:53



rossoblu82


Che pagliacciata...il ds annuncerà due ingaggi dai professionisti in diretta TV....mi fate vomitare insieme a questa stampa lecchina che ancora vi viene dietro...

Scritto il 11 Agosto 2020 ore 12:29



parker


anche con giove o BLASI meglio la terza categoria.

Scritto il 11 Agosto 2020 ore 10:39



706ac


Copio un pezzo dell'ultimo editoriale di MondoRossoblù Da oltre tre settimane si dà per imminente la firma di Azzarito, difensore classe ’02 della Virtus Francavilla e ormai diventa stucchevole ripeterlo ogni giorno. Neanche gli under riescono ad ingaggiare.....

Scritto il 11 Agosto 2020 ore 10:24



rossoblu82


Si evolve il mercato del Taranto. Secondo le ultime indiscrezioni raccolte da TUTTOcalcioPUGLIA.com, il direttore sportivo degli ionici Francesco Montervino avrebbe raggiunto, nelle ultime ore, l’accordo con Vincenzo Guarino, difensore centrale 25enne, nell’ultima stagione alla Torres (Serie D/G) dove ha collezionato 21 presenze e 1 gol. Il calciatore, classe ‘95, è cresciuto calcisticamente nella primavera del Napoli, prima di vestire le maglie di Juve Stabia, Arezzo, Scandicci, Potenza, Dro Alto Garda, Nuorese e San Marino.

Scritto il 11 Agosto 2020 ore 09:37



Paffolotto


Provate a dirlo a Blasi e vediamo come risponde( io lo so)

Scritto il 10 Agosto 2020 ore 23:01



Luca74


Mimmo 20.18: quoto al 100%. Un Taranto vincente significa Iacovone pieno ed incassi notevoli, nonché sponsorizzazioni e seguito in tv. È vero che non bisogna farsi prendere in giro da Giove con le sue pretese esagerate, ma chi prende il Taranto deve sapere che quelle somme uscite rientrano facilmente. E se quelle somme non si possono uscire, allora è meglio che non si avvicinano nemmeno al Taranto.

Scritto il 10 Agosto 2020 ore 22:07



Franco_dal_Brasile


Il Procuratore Federale f.f., esaminati gli atti e valutate le risultanze dell’istruttoria espletata, con riferimento all’incontro Picerno - Bitonto, disputato in data 05/05/2019 e valevole per la determinazione della classifica finale del Campionato di Serie D, Girone H, ha deferito a vario titolo presso il tribunale Federale Nazionale i calciatori Michele Anaclerio, Antonio Giulio Picci, Daniele Fiorentino, Giovanni Montrone, Onofrio Turitto, Francesco Cosimo Patierno, all’epoca dei fatti calciatori dell’USD Bitonto; Francesco Rossiello, Nicola De Santis e Paolo D’Aucelli rispettivamente ex vice presidente, Direttore generale e dirigente-segretario del medesimo sodalizio; Vincenzo Mitro, già Direttore generale dell’ASD Picierno. Deferite inoltre per responsabilità oggettiva le società medesime e il Potenza Calcio.

Scritto il 10 Agosto 2020 ore 22:03



Mimmo


I giorni scorsi avete fatto un discorso inerente il valore non calcolabile del Taranto: i tifosi!!! Ora se qualcuno, così come sembra, dovesse avvicinarsi al Taranto è perché conosce la nostra realtà!!! È giustissimo non buttare via soldi, ma se un Imprenditore (con la I maiuscola e gli € in tasca) non è capace di accollarsi (e ripeto anche se non è giusto) 1milione di euro di debiti...allora non è il presidente che conserve e può portarci via dalla D!!!!

Scritto il 10 Agosto 2020 ore 20:18



egi72


paffolotto, che ce l’hai tanto con Blasi....mi viene in mente che se avesse venduto ai milanesi, probabilmente non saremmo nella melma in cui ci troviamo. Invece, abbiamo voluto il solito Tarantino del C😡

Scritto il 10 Agosto 2020 ore 19:56



Paffolotto


Ma se ricominciassimo dall' eccellenza siete tanto sicuri che il nuovo presidente sarebbe migliore di Giove? Via Blasi

Scritto il 10 Agosto 2020 ore 19:04



nonnoluigi


se debito ( cristallizzato) vale un macigno ...

Scritto il 10 Agosto 2020 ore 17:49



nonnoluigi


milioncino, usato in passato, mi ricorda tanto" il peso"durante il corso legale della lira, per indicare una somma pari a circa un milione di lire .....oggi un milione ...un milioncino..tanto per indicare una cifra vicino al milione ....in euro e' tanta roba ...10 euro alla sesta ....se debiteo vale un macigno ....anzi una montagna ....una camicia di forza che imbraga le braccia a qualsiasi situations per una buona gestione societaria e programma futuro ...a noi serve in intervento sovrannaturale ...in sant'uomo che faccia un miracolo ...

Scritto il 10 Agosto 2020 ore 17:47



angelix0374


egi72....anche se Giove non fosse arrestato, ho tantissimi dubbi su come potrà gestire una società come il Taranto....che io sappia i capitali sono ancora confiscati, entrate vere saranno minime....è la stessa situazione (anche più grave) del Trani.....la stessa che lo convincerà a farsi da parte da subito.....l'APS ha confermato che una trattativa è in piedi......aspetterà solo che il Tribunale del Riesame sblocchi o meno quei soldi....da lì prenderà la decisione definitiva (e non credo che il giudice abbia bloccato quei soldi senza avere uno straccio di prova.....aspettiamo questo mese e vediamo cosa succede.....se è furbo anticipa subito e cede la società prendendosi qualcosa (non certamente il milioncino sparato prima)

Scritto il 10 Agosto 2020 ore 17:28



Assimepacce


@Lux Tarentum : lo hai riportato tu stesso...a condizione che si accolli il debito. Quindi vorrebbe dire ripartire dalla promozione o dalla prima categoria. Ripeto, chi ci spera è un folle.

Scritto il 10 Agosto 2020 ore 17:23



706ac


Luca74, in questo momento non abbiamo certezze se non quella che con questa società non abbandoneremo mai la D. Anzi, dobbiamo anche augurarci che, visti i guai giudiziari non certo irrilevanti che hanno coinvolto presidente ed ex collaboratori, non si faccia davvero una brutta fine stile Brindisi periodo Flora.

Scritto il 10 Agosto 2020 ore 16:57



egi72


LUCA 74, quello di vendere non ne vuole sapere perché deve lavare....ci siamo capiti! Quindi trova un'altra soluzione

Scritto il 10 Agosto 2020 ore 16:51



Luca74


Leggo di ricominciare dall'Eccellenza. La domanda è: ma chi vi da la certezza che una nuova società possa ripartire dall'Eccellenza? Avete visto nella palla di cristallo? O ve lo ha detto il divino Otelma? Perché da quanto so io una società nuova riparte dalla prima categoria. Per quale motivo od oscura ragione dovrebbero far ripartire un nuovo Taranto dall'Eccellenza? (ameno che non ci si compri il titolo di un Massafra o Martina). E allora, Giove s n'hadda scè, e pure subito. Ma la D va preservata perché altrimenti sarebbe la fine di tutto. Così come i libri in tribunale; al momento sembra (e dico sembra) che i debiti siano solo verso l'erario, e l'erario non fa istanze di fallimento. Per cui va scartata anche l'ipotesi che si passi dal tribunale per sperare (e sottolineo sperare) che arrivi il Messia che si prenda la squadra "aggratis". Quindi auguriamoci solo che giunga una società nuova adesso, quanto prima, per affrontare al meglio già questo campionato che arriva e senza buttare all'aria un altro anno.

Scritto il 10 Agosto 2020 ore 16:39



egi72


Angelix ma se il pelato viene arrestato, la società come andrebbe avanti?

Scritto il 10 Agosto 2020 ore 16:37



angelix0374


CIG

Scritto il 10 Agosto 2020 ore 16:26



angelix0374


ma perchè fallire....a tutt'oggi non mi sembra che ci siano grosse pendenze al di fuori del milioncino nei confronti dell'Erario...... certo è da un pò di tempo che le aziende di Giove non navigano in buone acque (vd. la GIG consolidata dei suoi dipendenti...la quasi totalità) è altrettanto vero che i due campionati e mezzo fatti da Giove non possono essere stati chiusi in pareggio, le entrate non possono essere state pareggiate dalle uscite e nemmeno ritengo che il rosso sia andato a confluire nel buco nero dei debiti con l'Erario...ho una mia idea su cosa sia successo ma lascio fare i dovuti riscontri a chi di dovere per adesso aspetto alla finestra e spero che gli incontri in Lucania portino a soluzioni più felici per la nostra piazza.....sul mercato non mi dilungo perchè i risultati sono sotto gli occhi di tutti

Scritto il 10 Agosto 2020 ore 16:25



egi72


Ha ragione Lux. Se si fallisce a stagione e in corso, salviamo la categoria. Assimepacce dice he adesso non ci sono questi presupposti per fallire. Dice bene adesso. Ma adesso, perché fra qualche mese la GdF porterà a termine quello he ha iniziato e allora, decapitata la società, si dovranno portare i libri in tribunale, unica nostra via per un passaggio di proprietà. Non cè ne sono altre!

Scritto il 10 Agosto 2020 ore 16:20



706ac


Ovviamente penso non ci sia un solo tifoso in città felice all'idea di sprofondare in eccellenza, ma tra continuare a vivacchiare in D con questa società e ripartire in una serie inferiore con una società seria io preferirei senza dubbio la seconda alternativa. Anche perché continuando con questi inetti , tra debiti che lievitano e personaggi loschi che gravitano, il rischio è di finire in una categoria molto più bassa dell'eccellenza!

Scritto il 10 Agosto 2020 ore 16:17



LuxTarentum


Ovviamente se nel frattempo sono cambiate le normative e non ne sapevo nulla, chiedo venia.

Scritto il 10 Agosto 2020 ore 15:40



LuxTarentum


Assimepacce: mi duole contraddirti ma se fallisci a stagione in corso (l’ho sottolineato appositamente, proprio affinché fosse chiaro) e in tribunale subentra un nuovo proprietario che acquisisce il titolo sportivo, mantieni la categoria. Articolo 52.4 delle NOIF: 4. Il titolo sportivo di una società, cui venga revocata l'affiliazione ai sensi del comma 7 dell'articolo 16, può essere attribuito ad altra società a condizione che la società in liquidazione appartenga alla Lega Dilettanti e che la nuova aspirante al titolo si accolli ed assolva gli eventuali debiti di quella in liquidazione cui viene revocata l'affiliazione.

Scritto il 10 Agosto 2020 ore 15:18



Assimepacce


Senza considerare che,ad oggi, non esistono motivi per cui questa società possa fallire.

Scritto il 10 Agosto 2020 ore 14:50



Assimepacce


Il fallimento comporterebbe l'esclusione dal campionato e la successiva ripartenza dalla promozione o dalla prima categoria. Chi ci spera è un folle.

Scritto il 10 Agosto 2020 ore 14:49



706ac


Ho lasciato solo il like a MondoRossoblù, dove ogni tanto leggo editoriali con un minimo di critica sull'operato societario. Le restanti pagine le ho salutate da un pezzo. Vado ogni tanto a leggere le vac.cate del blogger che registra in salotto e del suo editorialista sgrammaticato quando ho voglia di farmi due risate.

Scritto il 10 Agosto 2020 ore 13:42



LuxTarentum


egi72: io da ormai un paio di settimane ho tolto il "mi piace" su facebook a tutte le pagine che parlano della Giovese, nessuna esclusa. Ormai leggere notizie su questa società e sui suoi componenti mi provoca solo il voltastomaco. L'unica notizia che aspetto è quella di un passaggio di proprietà o del fallimento di questa società, che, a mio modesto avviso, è l'unico viatico per poter sperare in un cambio a stagione in corso (e sottolineo a stagione in corso), visto che nessun malato di mente comprerebbe questo rottame al prezzo folle richiesto da uno che per giunta ha otto capi di imputazione addosso.

Scritto il 10 Agosto 2020 ore 13:13



Mimmo


Arigrazie Fabio!!! Chiedo scusa HO SBAGLIATO!!!

Scritto il 9 Agosto 2020 ore 20:33



Mimmo


Angelix...non metto la mano sul fuoco ma da quello che ho letto in giro, davvero non ricordo dove forse sugli articoli che l'APS manda ogni giorno, parlava di rinucia e di inizio direttamente col campionato...poi magari sto toppando alla grande!!!

Scritto il 9 Agosto 2020 ore 20:33



FabioGuarini


Il Taranto non ha rinunciato alla Coppa Italia. È già qualificato alla fase successiva, quindi il turno preliminare del 20 settembre non lo riguarda.

Scritto il 9 Agosto 2020 ore 20:32



Franco_dal_Brasile


Via libera ad allenamenti di gruppo, tornei e competizioni dilettantistiche, anche in presenza di pubblico. Lo ha stabilito il nuovo DPCM confermando l’intuizione della Lega Nazionale Dilettanti di far regolare le attività basandole sull’applicazione delle ordinanze regionali. In questo modo possono esultare le società della LND, che da tempo, per il tramite dei suoi vertici nazionali e periferici avevano lamentato la mancanza di provvedimenti in grado di garantire la completa ripresa delle attività, al pari di quella amatoriale già regolamentata dalle normative regionali. Il DPCM stabilisce che sarà consentita la partecipazione del pubblico per un massimo di 1000 spettatori all’aperto e di 200 al chiuso per gli eventi a carattere territoriale. Confermate però tutte le misure in ordine a distanziamento, mascherine, corretta areazione dei locali al chiuso e obbligo di misurazione della temperatura. Per gli eventi di carattere nazionale resta per il momento l’obbligo delle porte chiuse. “Si tratta di un passaggio fondamentale verso il ritorno alla normalità - ha commentato con soddisfazione il presidente della LND Cosimo Sibilia - Sono state confermate le nostre intuizioni, sostenute dal nostro coordinamento sanitario, basate proprio sulla necessità di far regolare le attività del calcio dilettantistico dalle ordinanze regionali. Ora siamo veramente pronti per ricominciare“.

Scritto il 9 Agosto 2020 ore 20:32



angelix0374


Mimmo....non credo sia così....noi, essendo testa di serie (?????), saltiamo solo il primo turno....almeno così so io

Scritto il 9 Agosto 2020 ore 20:28



Mimmo


Nonno HANNO RINUNCIATO A TUTTO...È QUELLO IL PROBLEMA!!!!

Scritto il 9 Agosto 2020 ore 19:52



nonnoluigi


E rinunciando alla coppa Italia ...la società ha chiuso una opportunità ...

Scritto il 9 Agosto 2020 ore 19:34



Mimmo


Nonnoluigi si il Taranto ha rinunciato alla coppa italia...inizia direttamente col campionato...

Scritto il 9 Agosto 2020 ore 19:20



nonnoluigi


La lega Pro è in fallimento perpetuo ...non regge ... è in difficoltà economica e per 60 squadre professioniste in terza serie non regge ..serve la riforma ..una riforma da troppo tempo in ritardo ...

Scritto il 9 Agosto 2020 ore 19:07



nonnoluigi


Luca74 ...le NOIF saranno scritte a tempo debito .....ci saranno norme federali chiare e precise ...e ci sarà la riforma ..

Scritto il 9 Agosto 2020 ore 19:02



Luca74


Ma sono proprio le 40 "escluse" dalla C che, dopo aver fatto un signor campionato, si ritroveranno "retrocesse d'ufficio" in un campionato che non è il loro e che li allontana dalla serie B. Altro che non ci saranno ricorsi. Sarà un prevedibilissimo cas.ino.

Scritto il 9 Agosto 2020 ore 18:58



nonnoluigi


È vero che Il Taranto ha rinunciato a partecipare alla coppa italia ?...

Scritto il 9 Agosto 2020 ore 18:47



angelix0374


Luca74....nessun ricorso....se le regole sono chiare allora non puoi ricorrere a nulla...la riforma è bella e confezionata, la tengono nel cassetto e al momento opportuno la usciranno fuori....ecco più o meno quello che succederà x l'annata 2021/2022...."E’ in moto il meccanismo della riforma dei campionati, probabilmente dal 2021-2022: niente Serie B a due gironi (con la cadetteria che otterrebbe un aumento della percentuale sui diritti TV) mentre la Lega Pro perderebbe 40 dei 60 clubs e la Lega Nazionale Dilettanti ne acquisirebbe gli esuberi. La cadetteria resterebbe, pertanto a venti squadre, come la C: la comporrebbero le retrocesse dalla B (4) e le formazioni classificatesi dal secondo al sesto posto nei tre gironi di C (15) oltre alla vincitrice della Coppa Italia di C (fossero già in griglia, sarebbero sostituite dalla/e 7° del/i girone/i di appartenenza).Il gradino successivo riguarderebbe la serie D d’Elite, che verrebbe riservata a 60 società: alle 40 escluse dalla C, alle 9 promosse e ad alle ulteriori 11 che scaturirebbero dal ripescaggio tra le seconde classificate, più le 4 semifinaliste della Coppa Italia di categoria (13).L’attuale Serie D, pertanto, diverrebbe un quinto campionato.con lo stesso numero di squadre odierno"......grosso modo questa è la situazione...è un pò nebulosa la formazione della nuova serie D d'elite quando si parla di ripescaggio tra le seconde e le semifinaliste di Coppa, ma a noi ci interessa poco in quanto arrivare nelle prime due posizioni o alla fine della Coppa è impresa impossibile......speriamo di retrocedere solo di una categoria

Scritto il 9 Agosto 2020 ore 18:32