Go to Top

I Supporters’ Trust

IL CUORE DEL GIOCO

Copertina ReportIl calcio e lo sport in generale si nutrono della passione dei tifosi. Senza la passione dei tifosi non esisterebbe più il calcio. Senza i tifosi il calcio perderebbe la propria anima.

Partendo da queste convinzioni e dall’osservazione della realtà, si comprende come occorra un cambio di direzione rispetto al presente. Il calcio che vogliamo mette al centro i tifosi come valore imprescindibile. Negli ultimi anni anche il Parlamento Europeo e la UEFA hanno cominciato a mostrarsi sensibili sul tema, partecipando a dibattiti e conferenze alla presenza dei supporters. Tifosi di tutta Europa, italiani inclusi, istituzioni comunitarie e rappresentanti degli organi europei del calcio sono stati tutti concordi nell’affermare che i tifosi sono il cuore del gioco.

È necessario investire in nuovo rapporto con i tifosi, un rapporto che permetta ai supporters di giocare un ruolo attivo all’interno del sistema e che non li inquadri più come meri consumatori o spettatori passivi. Il futuro è rimpossessarsi del calcio come passione, come appartenenza di una comunità e di un territorio. Come momento di tutela dei valori che una volta erano ben presenti, come la sportività, il rispetto, l’educazione alla sconfitta e che ora sono stati totalmente sopraffatti da altri, nello sport come nell’intera società.

COSA SONO I SUPPORTERS’ TRUST

Il nome supporters’ trust non indica una categoria giuridica: è l’espressione utilizzata nella “Risoluzione del Parlamento europeo del 29 marzo 2007 sul futuro del calcio professionistico in Europa”, nella “Risoluzione del Parlamento europeo dell’8 maggio 2008 sul Libro bianco sullo sport” e nel Libro Bianco medesimo, per indicare i gruppi di tifosi che si organizzano democraticamente per gli scopi sopra indicati e con le modalità di seguito descritte.

Quanto alla forma giuridica, in Italia, tali organizzazioni sono tipicamente costituite in forma di associazioni di persone o di cooperative, a seconda delle circostanze e sensibilità locali.

Le associazioni e cooperative che hanno aderito a SinC – Supporters in Campo si rispecchiano nei principi che guidano l’attività dei supporters’ trust, forma associativa mutuata dalla tradizione anglosassone basata sui seguenti principi cardine volte a garantire meccanismi di rappresentatività e democrazia all’interno delle associazioni:
• principio di democraticità: “una testa un voto”;
• indipendenza dal club di riferimento e di proprietà dei tifosi e della comunità;
• forte legame con la comunità di riferimento e promozione dello sviluppo della stessa;
• principio di non discriminazione;
• creazione della più ampia base possibile di sostenitori, grazie all’accessibilità di chiunque voglia partecipare;
• assenza di lucro (no-profit): nessuna persona può rivestire nell’organizzazione una posizione che dia un ritorno economico dall’appartenenza alla stessa (salvo eventuali posizioni di collaboratori del supporters’ trust, se necessario).

Tali organizzazioni si propongono:
• di sviluppare una stretta identificazione ed un senso di appartenenza con la propria società sportiva, per influire nelle scelte della società sportiva ed essere coinvolti nei meccanismi decisionali, promuovendo il punto di vista dei supporters;
di costruire un rapporto positivo e proattivo con la proprietà e la dirigenza della società sportiva;
• la salvaguardia del legame storico fra il club sportivo e la comunità locale;
• di preservare la tradizione della società sportiva e dei suoi tifosi;
• di proporre modelli proprietari e di gestione sostenibile della propria società sportiva, che prevedano la partecipazione nella proprietà della società sportiva e la rappresentanza negli organi direttivi della medesima;
• l’educazione ad una dimensione etica e culturale della passione sportiva, ad un impegno civile contro la violenza e la discriminazione, alla diffusione presso i giovani dell’amore per la pratica dello sport, l’educazione alla sportività e alla lealtà della competizione;
• il dialogo e la condivisione della conoscenza e delle best practice tra i gruppi di supporters, le società sportive e le istituzioni sportive e politiche, anche al fine di rimuovere barriere ed ostacoli alla partecipazione e alla pratica sportiva.

SinC – SUPPORTERS IN CAMPO

Manuale-SinCSupporters in Campo è stato costituito nel 2013 dopo un processo di collaborazione e dialogo tra i gruppi di tifosi italiani e SD Europe. Il collettivo è nato dalla cooperazione tra gruppi di supporters appartenenti a diverse realtà che promuovono la partecipazione attiva dei tifosi nella governance delle società e nelle istituzioni sportive. Il motto è “Il calcio senza i tifosi perde la propria anima”. Il network risulta essere tra i più attivi e brillanti del panorama continentale ed è uno dei risultati maggiormente significativi del progetto europeo al quale hanno partecipato supporters di otto Paesi, coordinato da Supporters Direct Europe (SD Europe). Il progetto, finanziato dalla Commissione Europea, aveva come titolo, “Migliorare la governance del calcio attraverso il coinvolgimento dei supporters e la community ownership”.

L’esperienza di Supporters in Campo e Supporters Direct Europe ha continuato a progredire nel corso degli anni. Ad oggi, sono più di 20 le associazioni aderenti al network italiano e ben 38 i Paesi in cui è attiva l’organizzazione europea, nata nel 2007. SinC è uno dei partner del nuovissimo progetto “Fans Matter!”, ideato da SD Europe e sostenuto dalla UEFA e dell’Unione Europea, che vede tra i partner anche la Federazione Italiana Giuoco Calcio. Presentato a Bruxelles giovedì 13 febbraio 2020, il progetto prevede una serie di scambi, eventi di formazione e incontri tra partners, con gli obiettivi di preparare al meglio le singole organizzazioni ad affrontare la complessità del panorama calcistico moderno e di rafforzare le relazioni tra i supporters e chi dirige il calcio. Per Patrick Gasser, capo del settore Calcio e Responsabilità Sociale della UEFA, «il progetto Fans Matter! certifica la crescita costante del lavoro di SD Europe e del suo network. Siamo molto lieti della partecipazione delle federazioni nazionali, come quelle italiana e isrealiana». «Il progetto Fans Matter! – afferma Yves Le Lostecque, capo dell’Unità Sportiva alla Commissione Europea – promuove valori condivisi dalla Commissione: trasparenza, democrazia e dialogo nello sport. E, soprattutto, passione: per lo sport, per il calcio, per i nostri club!».

 

«Asciughiamo le lacrime, un altro calcio è possibile.

Il passato a cui continuiamo a volgere lo sguardo, non esiste più.

Esiste solo il nulla che ci troviamo davanti. Una spianata su cui costruire dalle fondamenta un calcio diverso. Fatto con onestà e criterio, l’unico combinato-disposto che può tradursi in un progetto.

Un calcio da restituire alla gente.

Fondato sul sostegno (che non è solo tifo) e sull’impegno (che è più libero del dovere) del suo popolo»

Lorenzo D’Alò, editorialista Gazzetta del Mezzogiorno
estate 2012