Go to Top

Guestbook

Aggiorna guestbook       Registrati

Effettua il login per poter scrivere

Registrati



rossoblu82


ritornando agli schiaffi...c'è anche una ritorsione dei giocatori nei confronti della società altrimenti nn si spiegherebbe come mai maurantonio (che nn era presente) il giorno successivo era allo stadio ad allenarsi (al contrario degli altri 2) e dal primo allenamento della settimana successiva non si è più presentato...è tutto normale??

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 11:45



joetaras


Gli schiaffi dati ogni anno non sono terapeutici. Quindi capita l'anno che chi li subisce (o anche i compagni di squadra) subiscono anche una involuzione (non ci sono più con la testa) e i risultati sono quelli che stiamo vedendo oggi giorno. A mio avviso possiamo dire grazie ai 30 se l'anno prossimo giocheremo in un'altra serie diversa dalla Lega Pro.

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 11:37



rossoblu82


a taranto non servono attaccanti come magnaghi che possono giocare solo nel tranquillo nord...a noi serve gente con le palle...non fenomeni ma giocatori affamati di provincia che ci mettano il cuore...ad esempio come michele sergi, pupita, di domenico non riganò, de vitis e insanguine...

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 11:34



zannoni78


vabbè si ritorna sempre sul discorso degli schiaffi. ma io ricordo benissimo che ai tempi di blasi, gli schiaffi volavano che era una bellezza. ricordo benissimo un aggressione a pastore e caccavale, al ritorno da una trasferta e anche allora si parlò di partita venduta. ma allora pastore e caccavale il giorno dopo l'aggressione erano già in campo, ad allenarsi. quindi lungi da me, il giustificare la violenza, ma a mio modesto parere quell'episodio va considerato in un quadro più generale di inadeguatezza societaria. ma è solo il mio modestissimo parere.

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 11:23



Lambrugo


Zannoni (il mio rossoblu preferito di tutti i tempi...). --- Giusta la tua affermazione. In certe piazze ci vogliono certi calciatori. Con tre soldi , a dire il vero avevamo in rosa gente da Taranto. Pochini ma c'erano. Quindi non da paesucci. Cioè gente di medio/basso livello che servivano per quel tipo di menù (la salvezza). Non certo per vincere il campionato. AU frate tue. Ane state pigghjiate a scaffe. Sai perchè ? Avevamo dimenticato che i leader si chiamano così perchè devi dar loro spazio . Altrimenti che li prendi a fare ? Scusa a quel punto prendevi magnanelli e ibojio...almeno risolvevi il problema. p.s. ....non sto sopravvalutando nessuno. Parliamo di livelli bassini. Anche a me sarebbe piaciuto Coletti, Rubin Empereur martinelli e Loiacono.

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 11:05



zannoni78


lambrugo ho capito cosa volevi dire. siamo tutti dotati di una intelligenza media anche se qualcuno ha dei dubbi in proposito. ma quando costruisci una squadra a taranto, devi considerare anche le caratteristiche della piazza o no?! il fatto che quest'organico si sarebbe salvato a pontedera è un discorso senza senso, perchè noi siamo una piazza diversa da pontedera e chi costruisce un organico deve valutare questo elemento, o no caro lambrugo?!

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 10:57



mimmo-dolente


Sienarossoblu82, come ricordavo poco fa pure a vecchiorossoblu, abbiamo scritto nell'ultimo comunicato che i tifosi decideranno in assemblea quella che la Fondazione dovrà fare e dire. "la sensazione girando per i vari social e siti di informazione" non ci può bastare per prendere decisioni così importanti.

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 10:55



gianlucasostegno


x rossoblù 82 come vedi è la riprova che i tifosi la pensano in mille modi diversi. Io penso ad esempio che Magnaghi in una squadra diversa che gli fa arrivare dei palloni decenti, farebbe 10 gol a stagione. Ma è solo la mia opinione da tifoso. Per sienarossoblu: per il cambio societario occorre la volontà di cedere e soprattutto la volontà di qualcuno di acquistare. Queste due componenti non le risolvi con il comunicato di nessuno. Il Taranto fc è una srl con dei soci che detengono le quote di maggioranza. Facciamo finire sto maledetto campionato e giochiamoci le residue possibilità di salvezza, subito dopo ci saranno sviluppi giocoforza.

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 10:54



Lambrugo


Sono orgoglioso e felicissimo della mia Taranto (ci tornerei anche domani) e non la cambierei con nessuno, figuriamoci con un postaccio come Pontedera. Volevo dire altro. Volevo dire molto altro.

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 10:47



Lambrugo


Luigi. Sarebbe bastato l'atteggiamento della Reggina. Punto. Hanno lasciato tutto in mano a Coralli (compresi premi e rapporti con la proprietà). Ovviamente rischiando perchè questi hanno meno quattrini di noi e poi perchè la muscolatura di coralli è mantenuta con l'attakk. Ma non hai alternative. Se hai tre soldi, o fai cosi o fai il botto.Loro hanno fatto così...e noi il botto . Dovevamo solo evitare chiacchiere e concentarrci su quel poco di buono che avevamo. Cioè un pasto suffiecente x non morire di fame. E rimandare a fine campionato durissime accuse alla proprietà in maniera democratica e compatta. Presente tutta la tifoseria e tutta la Città (come un magnifico striscione della curva del Parma). Invece si è fatto come le maglie verdi. Istinto , ignoranza e stupidità. Ricordi ? Sarebbe bastato aspettare la fine della gara e poi appendere al muro chi fece questa scelta. Ma a fine gara però. Non durante. Cosi si perdono punti e campionati. Morale ? La solita. N ha cangjiate nijende. Ho paura anche per i prossimi anni.

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 10:43



rossoblu82


gianluca sostegno...magnaghi è un bidone senza sang (categoria di giocatore che oltre ad essere pizza non lotta) se nel vostro direttivo c'è qualcuno che la pensa diversamente allora mi cadono l vrazz nderr e si può dare la mano con l'attuale proprietà e dirigenza...

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 10:38



zannoni78


ma taranto non è pontedera, viterbo ne fondi. questo è un dato di fatto e questo dato è immodificabile. quindi meglio abituarci a questa idea e, in futuro, considerare questo elemento nella costruzione dell'organico. ci sono alcune cose immodificabili e mi dispiace per l'amico lambrugo, ma taranto non sarà mai pontedera, e menomale aggiungo io.

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 10:35



Sienarossoblu82


Il comunicato è fondamentale perché non basta parlarne qui davanti a poche persone. Il comunicato deve andare sui siti e tv deve arrivare alle orecchie di tutti e non dei soliti malati presenti qui a fare male sangh

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 10:32



Sienarossoblu82


Bene le parole riguarda la stagione da parte della fondazione e condivise da quasi la totalità della tifoseria, dalla più calda alla meno calda, almeno questa è la sensazione girando per i vari social e siti di informazione. A questo punto ( oramai aspettiamo domenica sera per la matematica retrocessione ) è importante che la Fondazione faccia un duro durissimo comunicato in cui chiede la " testa " degli attuali soci di maggioranza del Dg e Ds i quali sono gli unici e principali personaggi di questa situazione! E poi gli stessi andassero a fare danni da altre parti perché qui non sono più tollerati

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 10:30



Romanzini


Non voglio fare l'avvocato difensore di nessuno, ma mi sembra opportuno fare chiarezza su un argomento, la Fondazione, che sta apparendo come il male assoluto in un momento negativo in cui le responsabilità sono altrove. La Fondazione è nata, cinque anni fa, per raccogliere ciò che restava del Taranto post Km.0, una società distrutta e non iscritta al campionato, che in pratica significava "niente più calcio". Con sacrifici di molti si riuscì a iscrivere un Taranto in serie D, cosa non scontata visto quanto (non) è successo nella vicina Brindisi. La mission originaria, e attuale, è sempre la stessa, ossia evitare che possano prodursi situazioni come quella dell'estate 2012, con un bilancio disastrato e una squadra non iscritta. Per questo l'obiettivo non è mai stato gestire il Taranto, cosa impossibile al momento in quanto ci vogliono tanti soldi, ma soprattutto fare una opera di controllo dei conti societari. Avere poi due membri in CDA ci avrebbe permesso di rimarcare la presenza dei tifosi alla Società gestrice del pallone, non nelle vicende tecniche, che spettano a chi mette soldi, ma solo ed esclusivamente in quelle amministrative. La mission della Fondazione era, è e sarà quella, non altre. Chi accusa la Fondazione è in malafede, perchè non è stata certo la Fondazione a creare questa situazione. Per chi non lo sapesse, è stato anche grazie alla presenza in Società di una Fondazione di tifosi che a agosto scorso siamo stati ripescati, perchè la Legapro vorrebbe e desidererebbe maggiore partecipazione popolare alla gestione del calcio cittadino. Errori la Fondazione ne ha fatti, ma chi non ne fa? Probabilmente andava e andrebbe fatta una opera di "allargamento" della stessa Fondazione a tanti, andrebbe recuperato chi negli anni ha forse troppo frettolosamente abbandonato il progetto, andrebbe resa la stessa Fondazione più forte, perchè si possa avere un futuro in cui noi tifosi possiamo davvero incidere maggiormente sulle sorti della squadra del cuore. Non è neanche giusto che per la Fondazione si battano e si sbattano sempre le stesse persone, che tra l'altro da tempo chiedono una mano, visto che per la stessa Fondazione spendono tempo, energie e denaro, sempre gli stessi. E allora evitiamo di creare falsi problemi, la Fondazione non è un problema, non lo è per i tifosi che oggi hanno uno strumento utile in mano, e non può esserlo neanche per chi viene a gestire il pallone nostrano, perchè dalla Fondazione i vari presidenti dovrebbero prendere il meglio, dovrebbero confrontarsi per migliorare e non sbagliare, dovrebbero imparare a interagire ben sapendo che da quella parte arriverebbe un consiglio assolutamente buono, dopotutto i tifosi vogliono il bene del Taranto e non potrebbero mai consigliare cose contrarie al Magico. Chi non vuole la Fondazione vuole tornare a quel Taranto gestito "a modo loro" che poi ci ha fatto fare 4 fallimenti o forse più. I problemi del calcio rossoblù sono altri, non facciamo l'errore di coprirci gli occhi e cercare colpevoli che colpevoli non sono. Ripeto, allarghiamo o riallarghiamo la Fondazione, recuperiamo la gente, cerchiamo gente capace di gestire il pallone nostrano bene, impegniamoci tutti per il bene del Taranto e per il futuro dello stesso, senza fare come al solito, senza delegare terzi ma spendiamoci tutti, ognuno per quel che può o potrà fare. Il mio sogno resta sempre quello di una gestione diretta, da parte dei tifosi. Un abbonamento in qualsiasi settore in cambio di una quota in favore della società, con la stessa gestita da gente integerrima e vicina ai nostri cuori. Il mio sogno resta ad esempio un Franco Selvaggi presidente di un Taranto dei tifosi, eccezionale. Arriveremo mai a quel punto? Forse oggi ancora non siamo pronti, ma possiamo fare in modo che il pallone rotoli in maniera più dignitosa, iniziando a evitare di colpevolizzare chi non c'entra nulla. Scusate la lunghezza dello scritto, sempre Forza Taranto!!!!!

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 10:20



nonnoluigi


Lambrugo ...si bruttina...e con poca logica...condivido tenuta insieme nel vaso da notte ci saremmo salvati...

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 10:15



nonnoluigi


voglio sempre sperare nel futuro...ma il presente è veramente angoscioso...sono sempre dell'opinione che serve un cambio totale ...e generale...dalla proprietà all'assetto societario... ai tecnici e tutta la squadra ......una bonifica generale ...un raffinamento generale...

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 10:13



Lambrugo


Luigi. Squadra fatta alla c.azzo. Bruttina. A corrente alternata. Con 8000 sfilacciamenti . Con poca competenza. Con poca logica. Insomma ...tutto ciò che si vuole. MA. Che si sarebbe salvata a uecchjiachiuse. Se la stessa rosa la porti di peso a Pontedera, Viterbo, Fondi o Sant'arcangelo si salva a 6 giornate dalla fine. Parere personale.

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 10:11



gianlucasostegno


ciao Danny buona giornata...ti leggiamo domani.

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 10:04



nonnoluigi


bisogna dare merito alla sincerità........ "squadra costruita male, rafforzata peggio, senza giocatori di categoria, senza rincalzi validi, a corto di preparazione, con un unico reparto discreto (la difesa) che all'improvviso ha perso tre pilastri, quattro allenatori. 1+1+1 fa 3 ergo errori tecnici su su errori tecnici come ti dicevo. Più chiaro di così."......concordo più chiaro di così....

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 10:03



DANNY72


Sostegno....che ci vuoi fare...è lo scirocco....Comunque grazie DOLENTE....Buona giornata

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 10:03



nonnoluigi


altra illusione il posto nei play off di alduccio prima dell'esonero...in partite ancora a carburatore freddo...

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 09:57



nonnoluigi


da condividere la vittoria sul foggia come un episodio...al cospetto dell'intero campionato è proprio osì...la fortuna ha aiutato nella sequenza degli episodi e la partita è andata a buon fine....se entra il colpo di testa di mazzeo su smanacciata di mauroantonio...gli episodi determinano un altro risultato...condivido la vittoria sul foggia come una illusione.... come i due gol di magnaghi al melfi in coppa...come le vittorie su melfi e vibonese e il pareggio di prosperi all'andata che presto rivaluteremo in molti...

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 09:55



mimmo-dolente


vecchiorossoblù, repetita iuvant. Abbiamo già annunciato che non saremo noi del direttivo a decidere la direzione da intraprendere, ma convocheremo l'assemblea degli associati. Poi, rispetto alla richiesta di chiarezza su cosa sia successo nello spogliatoio, ha risposto Gianluca. Non abbiamo telecamere nascoste né allo stadio né nella testa dei giocatori.

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 09:52



mimmo-dolente


danny72, mi dispiace tu voglia uscire. Chiaramente è un tuo diritto e non capisco cosa ti fa pensare che non toglieremo il tuo nome tra i soci. Tra l'altro ti faccio notare che chiediamo l'autorizzazione a pubblicare i nomi, quindi se è in quella lista hai dato tu il consenso. Rispetto ai numeri dell'associazione, è tutto pubblico, tutto in chiaro, compreso il bilancio. Fossero tutti così trasparenti!

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 09:49



nonnoluigi


"sulle qualità di Magnaghi"...come si fa a non essere in accordo....almeno a fare riferimento ai numeri non riesce difficile...chiaro che giudichiamo le qualità tecniche e tattiche del calciatore...e dopo 34 partite e solo 4 reti...il responso dovrebbe essere unanime...non ha prodotto quello che tutti ci aspettavamo specie dopo il suo esordio in coppa con i 2 gol al melfi...il ragazzo è bravo serio ed educato ma non serve ...nella stagione in corso non ha reso per quello che doveva rendere...anche per quello che si è investito...credo tra tutti i calciatori la maggiore delusione...probabile che fanno tantissimi gol l'anno prossimo in un altra piazza...ma di questo a noi poi...poco di interesserà....

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 09:47



gianlucasostegno


danny72 perdonami ma c'è un tuo commiato a giorni alterni. oggi è il giorno del commiato. 🙂 ma va bene così.

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 09:39



Lambrugo


Vittoria sul Foggia ? 1) Entusiasmo cambio mister (su questo siamo i numeri 1....ma una gara non fa giurisprudenza ...anzi crea solo pericolose aspettative e illusioni. Avrei preferito perdere col foggia e vincere col Akragas) --- 2) Derby. E queste gare non sai mai che piega prendono. Anche il toro di Pileggi vinceva contro la Juve stellare ---3) Infortunio di Rubin, il loro uomo migliore in quel momento.Non hanno un sostituto. Ci andò di lusso. Pregavo in settimana perchè non giocasse. Fece solo un tempo. E' l'unica pecca di una corazzata formidabile e costruita con competenze di alto livello. Ma anche grazie a tanti quattrini. Ma tanti. --- 4) Se togli al calcio anche queste sorprese e tipologie di gare, diventa noioso e smette di essere seguito da tutto il mondo.--- I continui riferimenti con questa gara, ma anche con la società rossonera non hanno senso. 51 punti di distanza sono due mondi diversi.

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 09:38



DANNY72


Dato che si continua a dire....che sono 2500 associati....(sarebbe meglio parlare di quanti siano in regola)....bene...a questo punto mi aspetto che dopo regolare raccomandata...e, dato che sono abbondantemente inadempiente con i versamenti.....da un pezzo, MI ASPETTO DI ESSERE DEPENNATO IMMEDIATAMENTE DA QUELL'ELENCO...a questo punto....Il mio nome deve scomparire... A breve riceverete regolare raccomandata....mia e di altri...Buona giornata.

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 09:34



blubba


Nn metterei in mezzo la partita col Foggia dv ci sono stati diversi fattori ke hanno girato a nostro favore tra cui il cambio del mister e la prestazione sotto tono dei satanelli peraltro cazziati di brutto al ritorno a fg dalla società(da li in poi il fg ()nn ha piu perso). Quello è un jolly ke abbiamo buttato nel [non consentita] perché ci poteva stare di perdere uno scontro diretto in casa. Qua si tratta di altro la squadra ha smesso totalmente si giocare e nn basta aspetto psicologici per giustificare sto scempio ne le spirali negative. Ce ben altro sotto,È segno di uno scollamento totale all interno dovuto a fattori di cui ieri abbiamo discusso. Guardate che una squadra nn puo cedere di schianto cosi solo per sua volontà in quanto fino a domenica eravamo in corsa. È proppriio un nn voler fare nulla e qualcuno mi dovra spiegare perché.

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 09:13



gianlucasostegno


Io mi rendo conto che continua ad esserci una sorta di “corto circuito” pazzesco sul ruolo della Fondazione per quanto riguarda gli aspetti tecnici. La Fondazione non è mai intervenuta in questo e mai interverrà. Non abbiamo le competenze e le conoscenze per farlo, siamo solo tifosi non siamo addetti ai lavori. Quale comunicato avremmo dovuto fare a gennaio ? per dire cosa a Chi? Consigliare acquisti? Dire a De Poli chi prendere e chi no? E soprattutto chi di noi avrebbe dovuto fare una cosa del genere visto che, ad esempio, sulle qualità di Magnaghi abbiamo 3-4 punti di vista diversi nell’ambito del direttivo. Dovremmo ingaggiare un consulente che dia consigli al consulente del Taranto? Ripeto siamo solo tifosi e la società che sceglie (giustamente) le figure professionali. Se il Taranto avesse vinto il campionato non avremmo avuto alcun merito dal punto di vista tecnico, al contrario però abbiamo delle colpe. Ma ripeto non è un tentativo di sgravarci di qualcosa è proprio che non siamo mai entrati nel merito. Adesso mi arriva la domanda: e allora a cosa serve la Fondazione ? 

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 09:09



Tonino_Bisignano


Ai generali Roselli e Depoli che ci hanno guidati in questa ingloriosa disfatta vorrei chiedere in che modo si sono guadagnato lo stipendio e come hanno fatto a farsi fregare dal Crocetta Totò Schillaci e Moreno Beretta .

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 09:02



Sienarossoblu82


X vecchio, ma cosa c'è di più da sapere, cosa può sapere di più la fondazione. Determinante cose le danno i muri dello spogliatoio e questa anche se la fondazione aveva il 90% delle quote. Qui c'è stata un dilettantismo tecnico decisionale assurdo. La fondazione che prenda da esempio e una prossima volta intervenga prima. Ad esempio quest'anno a meta gennaio quando ancora cerano 15gg di calcio mercato e zero acquisti validi doveva fare la sua parte un bel comunicato e pretendere chiarezza. Poi x il resto si è sempre saputo che il duo nn sarebbe durato e quindi sarebbe stato opportuno trovare a inizio campionato gente con maggior disponibilità economica

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 08:36



gianlucasostegno


Vincere ti aiuta a vincere ti aggiungo. Quando entri in una spirale di sconfitte per una squadra così, perdi anche il morale e la testa. Il fatto che hai vinto con il foggia è stato solo un episodio ( o significava che eravamo più forti del foggia ?). Tanti anni fa il lecce da retrocesso tolse uno scudetto alla Roma.

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 07:36



gianlucasostegno


Perdonami, faccio chiarezza io allora: squadra costruita male, rafforzata peggio, senza giocatori di categoria, senza rincalzi validi, a corto di preparazione, con un unico reparto discreto (la difesa) che all'improvviso ha perso tre pilastri, quattro allenatori. 1+1+1 fa 3 ergo errori tecnici su su errori tecnici come ti dicevo. Più chiaro di così. Poi ripeto non siamo a conoscenza di complotti, macchinazioni varie, volontà di retrocedere da parte di qualcuno meno che mai della proprietà. Per il resto ci sarà un cda del tarantofc ed un'assemblea dei soci della fondazione e vedremo

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 07:25



vecchiorossoblu


buongiorno....carissimo Sostegno, hai capito benissimo il senso del mio post...non ho chiesto il comunicato sulla scellerata annata, ma su quello che la fondazione ha in mente per il prossimo futuro e per ripartire bisogna fare chiarezza e ripulire tutto. Ci sono due membri nel cda, bene, dobbiamo sapere cosa è successo da fondi in avanti, perchè mi pare evidente che qualcuno o più di qualcuno, ha deciso di farci retrocedere...non è possibile immaginare che la squadra che ha battuto il foggia, sia la stessa che abbiamo ammirato a melfi o con la paganese...CHIAREZZA! i tifosi hanno il diritto di sapere, siamo gli unici che rimarremo e ripartiremo. SFT

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 06:50



Fuorisede68


Personalmente ritengo che solo uno spirito altamente avventuriero possa indurre il Duo a proseguire al timone della società. Peraltro la loro sostanziale assenza nei momenti clou lascia trasparire il loro stesso disinteresse. Credo che si siano resi conto che non è cosa x loro andare avanti.

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 06:18



CUCS


....MORTA x svarati motivi, primo che se continuassero, il seguito dei tifosi sarebbe davvero ridicolo...solo i loro amici...secondo l'incompetenza acclarata nn cambierebbe di nulla i risultati....terzo allontanerebbe definitivamente lo zoccolo duro, ormai ridotto già ai minimi termini, dando una mazzata decisiva al futuro di queto nome calcistico...TARANTO!

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 02:16



CUCS


La fondazione ha tutti i meriti e immagino anche i sacrifici che fate. MA! e mi allaccio a chi ha detto che per contare ci vogliono i dindini....ricordo che la fondazione aveva la quasi totalità delle quote...male aver PERMESSO E PERMETTERE IN FUTURO di cedere il 98...o nn ricordo esattamente la percentuale,di quote a qualsivoglia PROPRIETARIO O MAGGIOR AZIONISTA! sono certo che se avesse conservato una percentuale " decisiva" nn eravamo in questa condizione...ma altresì c'è da considerare, di contro,che una decisiva percentuale delle quote societarie da parte della fondazione, scoraggerebbe molti aquirenti...MA questo lo ritengo un filtro x chi ha intenzioni di lucrare e basta, sullla nostra pelle!!!! Adesso però la palla è in mano a persone che, a conti fatti, si è scoperta incompetente, e forse anche più... piangiamoci il morto...una società in mano a questi E' MORTA!

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 02:08



gianlucasostegno


Cosa è successo veramente? Onestà intellettuale? Tifosi che soffrono veramente? Io sono un tifoso e soffro ancora di più perché per di più ho investito tempo, impegno, soldi ed ho sacrificato lavoro e famiglia per il Tarantofc e per il progetto supporters trust. Cosa è successo veramente? Una marea di errori fin troppo evidenti. Una squadra costruita male e rafforzata peggio. Con tutto il contorno ad accompagnare il resto. O pensi che siamo a conoscenza di complotti della Cia della mafia del kgb per far retrocedere il taranto e lì nascondiamo? Se lavori bene ottieni risultati altrimenti no. Vale nel calcio vale nella vita.

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 01:01



I.PRETE


SEBAREDBLUE: vedi che sei bello grande. Cerca di aprire la valvola della vena che ti si è gonfiata e torna in te. Non so quale film hai visto, ma come fai a pensare che la fondazione quest'anno entrasse e uscisse dallo spogliatoio come gli pareva. Questo fa il paio con le teste gloriose secondo le quali entriamo e usciamo a piacimento dallo stadio anche per vederci le partite gratis. Ho detto fino a stufarmi che la vocazione di un trust è quella di entrare nella governance della società, ma quanto effettivamente ciò possa accadere dipende solo da quanto la proprietà si apre a questa concessione/opportunità. Questo è quanto. Io ma anche quelli del direttivo ci siamo fatti la nostra idea che però vale ne più ne meno di quella di voi tutti. Dato che ora ci sarà il ritornello "allora a che cacchio servite", dico subito che una fondazione forte a tal punto da condizionare le scelte strategiche della società significa metterci tanti dindini, non le chiacchiere. Certo abbiamo 2 rappresentanti nel cda e si spera che presto venga convocato in modo da poter avere qualche elemento di valutazione in più, ma sempre minoranza siamo. Scusa il tono ma da chi ha anche frequentato la nostra sede mi aspetto un minimo di raziocinio in più nonstante la grandissima amarezza che tutti proviamo in questo momento

Scritto il 26 Aprile 2017 ore 00:49



SEBAREDBLUE


Dopo aver visto la trasmissione su Studio 1.0.0. Si è cercato di dare una spiegazione al blackout da Marzo in avanti della squadra ed alla catastrofe seguita dopo la partita interna contro l'Akragas. Domanda che giro alla Fondazione: se non vi occupate di questioni tecniche sicuramente sarete al corrente quantomeno degli aspetti ambientali e degli umori dello spogliatoio. Se il duo continuerà a non parlare e tanto faranno anche l'allenatore è la squadra, dico almeno VOI della Fondazione volete dire ai tifosi che cosa è successo veramente e quali sono state le cause della colata a picco della squadra che ha fatto un solo punto in otto partite? Con3 gol fatti e ben 17 subiti e con meritate sconfitte? Si può sapere il motivo di cotanto scempio calcistico? O lo dobbiamo scoprire da un Pedulla' o da qualche giornale di fuori, o dobbiamo chiederlo a Paolo Fox o a Criscitiello? Almeno questa onestà intellettuale la dovete ai tifosi che stanno soffrendo! SFT

Scritto il 25 Aprile 2017 ore 23:14



E_D


lucacoppola ma perché bisogna essere il Parma per vincere una schifosa serie D? Cioè una città di 190mila abitanti non può neanche pretendere la vittoria di un campionato le cui concorrenti sono solo paesi e paesoni dei vari hinterland campani o pugliesi? Ragazzi ma di che parliamo? O Lega Pro subito o chiudiamo baracca, basta con la teoria "basta che rotoli il pallone" !

Scritto il 25 Aprile 2017 ore 23:12



danymetal


lunedi è venuto a mancare mio suocero,grande tifoso del taranto,sempre abbonato finchè le forze gli consentivano di salire i gradoni,prima di andarsene ha aspettato per vederla sua ultima partita del taranto in tv... anche se la partita è stata uno scempio come sempre da queste latitudini... ringrazio di cuore chi mi ha donato l'abbonamento quest anno,altrimenti non avrei potuto vedere neanche una partita,ma domenica abbandono la nave,scusate lo sfogo,ci sentiamo fra qualche giorno

Scritto il 25 Aprile 2017 ore 23:08



egi72


L anno prossimo aprite solamente la tribuna, a 5 euro, è facile che la riempite la tribuna centrale!

Scritto il 25 Aprile 2017 ore 22:38



Multijet_360


Sto seguendo con estremo interesse la trasmissione su Studio 100.. finalmente sento discorsi unanimi su questa annata scellerata praticamente terminata, togliete pure il forse siamo già in serie D. Ora si apre il classico scenario made in Taras, con programmazione (parolone visto gli ultimi avvenimenti) alla meno peggio e se tutto va bene avremo una rosa di quattro ragazzotti di belle speranze assemblati alla meno peggio ad Agosto. I classici ragazzini che saranno onorati di vestire una maglia cosi blasonata (ma decaduta ormai da anni) insomma ci aspetta un campionato dilettantistico dalla A alla Z.

Scritto il 25 Aprile 2017 ore 22:26



zannoni78


questa società ha solo un criterio per le scelte tecniche, ossia l'economicità. quando un fondo perduto di 300 mila euro incide così tanto sulla gestione tecnica, questo significa che quella società non ha futuro, non ha la capacità economica per fare calcio a buoni livelli. di questa cosa bisogna prendere atto tutti, compresa la fondazione.

Scritto il 25 Aprile 2017 ore 21:45



kekkone63


Ma domenicagiornata pro Taranto o no ?

Scritto il 25 Aprile 2017 ore 21:45



gianlucasostegno


È - D appunto. Era una risposta alle (comprensibili) recriminazioni di vecchio rossoblu. Saranno valutazioni da fare a strettissimo giro con le mille potenziali variabili che si presentranno, ma per valutare questa stagione non servono comunicati

Scritto il 25 Aprile 2017 ore 21:45



Luca_Coppola


Assurdo aspettarsi una "serie D stravincere" già il primo anno dopo la retrocessione, quando c'è da rifondare tutto dalla A alla Z. Non siamo il Parma. Se si parte da queste premesse, partiamo male per la prossima stagione ancora prima di iniziare

Scritto il 25 Aprile 2017 ore 21:40