Go to Top

Guestbook

Aggiorna guestbook       Registrati

Effettua il login per poter scrivere

Registrati



Dolphin


tonino: di arvedi nn ho parlato io. comunque quello che dici dipende da come ti fai trattare. a quel punto si pongono le condizioni, e la politica qui dovrebbe svolgere un ruolo decisivo...ma parliamoci in tutta franchezza, senza mettere la testa sotto terra, confondendo sogni e realtà: a tarano quello sta, e poi un semi deserto del sahara.

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 14:21



Tonino_Palese


Gigi, se Arvedi prende l'Ilva porta la Cremonese in Europa, come ha fatto Squinzi con il Sassuolo....

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 14:13



LuxTarentum


C'è chi ancora auspica che l'attuale proprietà torni sui propri passi e ammetta gli errori fatti.. Legittimo, per carità, ma mi permetto di far notare una cosa: L'attuale proprietà non parlava da quasi due mesi, ossia da quel comunicato post aggressione, con il quale accusavano tutto e tutti, senza assumersi la minima responsabilità.. Da allora il Taranto è colato a picco e durante questi due mesi loro, per primi, hanno disertato le partite non venendo più allo stadio (altro che mettono le foto della Curva del Pisa!!).. E cosa ha fatto ieri il presidente? Un altro comunicato uguale all'ultimo, accusando tutto e tutti, ma sottolineando che lei non si sente responsabile per questa retrocessione.. Due mesi di silenzio, durante i quali, anzichè riflettere e farsi un esame di coscienza, tornano a parlare per dire quello che hanno sempre detto, ossia che la colpa è di tutti tranne che la loro!!! E allora di ce ste parláme? Questi non cambiano, non cambieranno mai!

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 14:12



Dolphin


tonino bisignano: quando pignatelli e carelli, entrambi indotto italsider, facevano calcio, nessuno si tracciava le vesti e si copriva il capo di cenere.eppure lo sapevamo tutti che dall' allora molto più inquinante italisder, nn venivano sparate zagare nell aria...ora, sicuramente la sensibilità collettiva è cambiata e maturata, e va tenuto in conto. ma come ho già spiegato, tutti i gruppi interessati all ilva hanno già dichiarato che soldi per ambientalizzare nn ne mettono, tocca allo Stato. ora uno stato che ha tradito scientemente le leggi che esso stesso ha emanato, come vogliamo che ambientalizzi? se quindi la squadra sarà gestita oppure no, dal futuro proprietario ilva, le cose per l ambiente nn cambieranno molto, almeno che nn intervenga lo Stato. il circenses che si fonda sul principio, io vi ho dato la squadra forte ora statevi zitti, nn regge...ma questo l' avevo già spiegato. mia opinione ovviamente.

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 14:03



danymetal


Hernan Molinari 5 ore fa · Porto San Giorgio, Marche · Domenica é finito il mio 14mo campionato in Italia. Un campionato molto particolare. Un campionato con tanti momenti e situazioni. Un campionato da incornicciare per come l'abbiamo vinto. Per tutto quello che é succeso da Agosto fino ad oggi. Voglio ringraziare innanzitutto a Samuele Sopranzi perché mi ha trattato sempre come a un fratello ed ha esaurito sempre i miei desideri. A Fabio Massimo Conti per avermi datto la possibilitá e la fiducia di vestire questa maglia. A i miei compagni di battaglia, grandi giocatori ma sopratutto UOMINI!! A tutto lo staf tecnico che senza di loro questo campionato non l'avremo mai vinto. A Walter Costi per rimetermi in piedi ogni santa settimana, a te i miei gol. Al Dottore Tosco, a Marta Bitti, ad Enrico Guidi, Paolo Oriferi, a Chicco, ad Enrico e Corrado che sono quelli che piú hanno fatto x noi quest'anno lavorando piú di 14 ore solo x farci stare bene. A Walter Mattacotta uomo simbolo di questa cittá, primo tifoso e grande amico. A tutta la gente di Fermo che anche nei momenti piú brutti ci hanno sempre sostenuto. A Maurizio Vecchiola immagine della serietá che essiste raramente in questo mondo del pallone. Alla Famiglia Simoni gente di un cuore enorme. Ma voglio ringraziare particolarmente q chi da inizio stagione ha detto Molinari é vecchio, Molinari non tocca una palla, Molinari non puó giocare a calcio, Molinari deve andare via a Dicembre, Molinari é finito...beh in tanti sanno che non sono mai stato presuntuoso ma a questi qua lascio queste statistiche: 28 presenze 5 volte subentrato 14 sostituito 1910 minuti giocati 16 gol, 1 ogni 119 minuti 1 PlayOff raggiunto e 1 Campionato Vinto in 18 mesi!! Verba docent, exempla trahunt GRAZIE ANCORA A VOI!!! ODR CA LI DS TARANTINI INCOMPETENTI CHE CI PORTANO GLI AMICI BIDONI

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 13:56



lenotarima


Per questo io parlo di serieta' del progetto. Se l'attuale proprieta torna sui propri passi, ammette - una volta per tutte - gli errori fatti senza chiamare in causa imponderabili eventi esterni, ingaggia un DS esperto, un allenatore con l'esperienza necessaria e comincia a costruire una squadra da subito con elementi di valore (non necessariamente prime donne) ma di valore ed ottimi per la D a vincere ... e' un conto. Se invece ci riovedremo Prosperi come allenatore e Borsci come DS...avremo capito che non e' cambiato nulla. secondo me non cambia molto, con loro o con una nuova proprieta...

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 13:50



zannoni78


attenzione stai iniziando l'opera di convincimento "basta una squadra normale per vincere il campionato di serie d (l'importante che il pubblico sia vicino alla squadra)".

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 13:49



lenotarima


E_D. E chi dice il contrario, certo che noi con l'attuale proprieta possiamo solo ambire a risalire, io dico solo che il Gravina da molti era dipinto come uno squadrone imbattibile e poi ha vinto il Bisceglie pure partito in ritardo e con una penalizzazione. Una bella squadra di categoria, ma nessuno squadrone invincibile, solo competenza tecnica e professionalita.

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 13:46



E_D


lenotarima Guarda che Bisceglie e Trastevere non erano certo squadrette. Il primo aveva Ragno in panchina (uno dei migliori allenatori della categoria) e un attacco atomico con Lattanzio e Montaldi, i secondi fino a 2 anni fa erano in Eccellenza e hanno un progetto ben quadrato e Stefano Tajarol in attacco che ha fatto ben 20 reti in questa stagione. Il Gravina quest'anno ha comunque fatto uno squadrone (ha realizzato 61 punti ed è finito quarto) ma non ha certo l'assillo di salire al primo anno di serie D (erano una neopromossa). Non sono certo il Taranto che considera un 4o posto in serie D un'offesa, per loro è il miglior risultato della loro storia. L'anno prossimo tenteranno comunque il salto mantenendo lo zoccolo duro della squadra e migliorandola. Non è ben chiaro che noi non siamo un paesone dell'hinterland barese o un quartiere di Roma, per non o si vince la serie D o vivacchiare è un disastro.

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 13:42



lenotarima


Sul discorso che l'anno prossimo ci sara' un girone H fatto da super squadre e quindi e' meglio non partecipare....lo leggo ogni anno. Pure quest'anno molti scrissero che se non fossimo saliti con il ripescaggio sarebbe stato impossibile dato la presenza di Nocerina e Gravina, ma soprattutto il Gravina per alcuni sarebbe stato una sorta di real Madrid delle Murge. L'amm vist...lotta tra Bisceglie e Trastevere. Trastevere!!!!

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 13:36



E_D


Mentre ZelaBong si scaglia contro l'universo tecnico e l'attuale squadra ha già riempito le valigie per scappare da Taranto, il Cerignola neopromosso punta a Iannini, titolare quest'anno a Matera in Lega Pro e autore di 7 reti.

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 13:29



Tonino_Bisignano


Speriamo che l'Italsider lo compri Arvedi il presidente della Cremonese che essendo appassionato di calcio oltre ai veleni ci regali una squadra vincente. Panem et circenses

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 13:27



E_D


Io continuo a non capire come ci sia gente che spera o crede che ZelaBong possano fare una squadra ammazza campionato il prossimo anno. In primo luogo perché per farla servirà una barca di soldi e questi due, a parte il fondo perduto, hanno sempre fatto scelte al risparmio o al minimo sindacale. In secondo luogo perché anche lo spendere tantissimo non da garanzia di vincere un campionato di serie D se non ti affidi ad un Ds e un allenatore che conosce la categoria e che porta i miglior under in circolazione. E anche questo è francamente impossibile visto il passato di ZelaBong, che sono riusciti nell'impresa di farci fare mezzo campionato di Lega Pro con un ex allenatore delle giovanili privo di patentino ed un imbarazzante prestanome. L'anno prossimo, come stanno scrivendo in tanti, c'è il serio rischio di vedere 4/5 squadroni che puntano al salto di categoria, forse uno dei gironi H più difficili della storia. Aver perso la Lega Pro, perciò, è un vero e proprio dramma perché si rischia sul serio di non riuscire a risalire per chissà quanto tempo.

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 13:21



Dolphin


alex: a taranto , a livello di comuni mortali, è l unica soluzione:)

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 13:20



peluscina


intanto la Nocerina già una volta è arrivata prima davanti a noi

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 13:20



Alexta


Propongo una colletta fascime nu sistemon al Superenalotto se si vince ci si compra il Taranto ahahha unica soluzione

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 13:13



nonnoluigi


sono seriamente preoccupato per un campionato da disputare l'anno prossimo tra i giganti del calcio....CERIGNOLA GRAVINA MELFI E NOCERINA...la vedo difficile tra queti titani del calcio..

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 13:06



nonnoluigi


ieri ho visto in tivu la juventus ...tra il primo tempo e il secondo nell'intervallo mi sono sintonizzato sulla nostra bene amata televisione locale ...l'unica rimasta e innominabile sul guest...i bravi opinionisti ponevano un allarme preciso...che salvare una lega pro è più facile che vincere la serie d...e mi sono rattristato...malgrado la bella partita di torino mi aveva tirato su il morale calcistico che negli ultimi tempi era a terra e anche peggio...poi aspettando il secondo tempo gli opinionisti mi allarmavano della presenza di certificate corazzate come se non sbagli CERIGNOLA...e mi sono addolorato delle difficoltà...poi ancora della presenza della nocerina altra corazzata e di altra squdra che non ricordo il nome credo garvina......ma corazzata anche quest'ultima...e del ritorno imperioso del melfi probabil restrocessa dai ply out..è bastato un intervallo ad affliggermi e seriamente impensierirmi per un campionato da disputare l'anno prossimo tra i giganti del calcio....

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 13:05



Dolphin


senza contare che bongiovanni è il tipo che si inimica tutti....diplomazia:0, tatto:0.e lei è come lui, nella sostanza, solo con modi di fare diversi.

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 12:55



DANNY72


vecchio......ahahahah mi spiace di infastidirti.....ma se ti leggi il resto dei post....non penso discostano tanto dal mio pensiero...e non mi sembra che ti infastidiscono quanto i miei....E poi non capisco cosa possa centrare quello che hai scritto tu...con quanto scritto dal sottoscritto. Forse dovresti chiederlo alla società quelle cose....Detto questo....che dirti...ti risponderò come faceva un altro utente ai tempi del "eh...però hanno messo il fp...e siamo partiti in ritardo"....sciò...sciò..... 🙂

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 12:53



Dolphin


insomma, qui a taranto mancano i capitali da start up aziendale, e se pure ci fossero, nn li mettono.

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 12:52



nonnoluigi


anche io sono " logoro " ...il più assai logoro

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 12:52



Dolphin


scusate, ma se cesareo(confindustria), disse che la situazione dell indotto ilva a taranto era fluida a causa della situazione della azienda, ma dove dobbiamo trovarle le forze imprenditoriali qui? quelle da mille euro a cranio che poi fanno la corsa a chi va in tv, a chi si aggiudica il settore giovanile ecc?

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 12:49



vecchiorossoblu


Romanzini....il primo passo da fare è verificare se ci sono forze imprenditoriali in grado di dare una sterzata a questa situazione direi deprimente....il duo è logoro

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 12:44



nonnoluigi


da vecchiorossoblu "Danny72...au frat tue....com te mis..."... 🙂

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 12:42



vecchiorossoblu


Danny72...au frat tue....com te mis...qui quasi tutti siamo d' accordo con quello che è successo. Tutti e dico tutti, meriterebbero di andar via, il Taranto è di noi tifosi, ancora una volta offesi, direi umiliati. Detto questo, dobbiamo pensare a domani e a quello che ci si prospetta. Come ha scritto SEBAREDBLUE, la società deve comunicare che mette in vendita la quote e deve agevolare il passaggio di proprietà qualora ci fossero interlocutori seri. Questo entro il 30 maggio o la prima decade di giugno. Dopodiché, vedremo cosa succederà, ossia se troveremo il nuovo messia o dovremo continuare con il duo, che nel caso ( e nessuno se lo augura), dovrà garantire un campionato vincente, con un ds e un allenatore affidabli

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 12:40



Dolphin


Buon giorno a tutti, e buon S.Cataldo.

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 12:37



1993


*dichiarino

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 12:33



1993


Leno: visto che è ormai palese che si sono fatti terra bruciata intorno, hanno una sola via di uscita. Dichiarano immediatamente la volontà di cedere, facendo chiarezza sullo stato economico della società. La fondazione favorisca questo processo ed incalzi ripetutamente il duo. Poi vediamo.. Ma sappiamo bene come agiranno. Non va perso un solo giorno per liberarsi da questi incompetenti.

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 12:31



Romanzini


Difficile in questo "tutti contro tutti" riuscire a ripartire soprattutto dopo una annata piena zeppa di strafalcioni. In questo momento atteso che la stragrande maggioranza della tifoseria e apertamente per un cambio societario e atteso che al momento alternative credibili non ce ne sono io direi di aspettare le prossime mosse di questa presidenza. Se le prossime mosse sono un DS e un allenatore VINCENTI e professionalmente preparati e esperti bene altrimenti se vedremo le solite scommesse al risparmio si capira che...non hanno capito nulla da quanto accaduto. Attendiamo...e vediamo perche a differenza del passato il tifoso rossoblu e molto piu maturo e soprattutto meno [non consentita] e pretende giustamente prima i fatti...quelli come si deve....

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 12:27



zannoni78


in giro per l'italia ci sono società che vanno avanti con 200 spettatori di media. ci sono in serie d (alcune vincono anche i campionati). ci sono in lega pro ( molti riescono a salvarsi, alcuni addirittura fanno campionati di vertice e a volte riescono anche a vincere il campionato). ci sono perfino in serie b. quindi è evidente che il numero di spettatori è una variabile che poco influenza la gestione tecnica e i risultati sportivi di una società. quindi, visto che per l'attuale proprietà, le colpe del fallimento sportivo sono da attribuire all'universo tecnico e all'opinione pubblica, suppongo che con un nuovo universo tecnico e senza opinione pubblica (di cui fanno parte anche gli spettatori paganti) possano tranquillamente gestire in maniera ottimale la società ed ottenere migliori risultati sportivi. mi sembra tutto molto semplice. vadano avanti da soli, come succede in molte parti d'italia, e vediamo cosa sono capaci di fare. p.s. ho utilizzato il termine spettatori e non tifosi, perchè mi sembra chiaro che l'attuale proprietà si rivolga più agli spettatori "paganti" e non ai tifosi.

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 12:03



albiuser


Cari amici tutti io non difendo l'attuale società, io parto dal presupposto che chiunque ci metta lavoro e soldi senza un secondo fine merita un minimo di rispetto, poi ben venga una nuova società che possa rinverdire gli antichi fasti. Seguo il Taranto da 50 anni, e negli anni si sono susseguite tante società, con molti presidenti avevo ed ho conoscenza, finanche amicizia ma non mi sono mai fatto scrupolo di attaccarli quando c'era il bene supremo da conservare cioè il Taranto. Chiedere a questa società in questo momento di mollare lo ritengo rischioso (nonostante tutte le caz.zate che hanno fatto),perchè all'orizzonte non vedo imprenditori facoltosi in grado di rilanciare, anzi vedo il rischio di finire nelle mani dei soliti noti. State tranquilli nel momento in cui si proporrà qualcuno serio sarò il primo a chiedere a gran voce di farsi da parte, ma fino ad allora avvelenare i pozzi non serve a niente anzi può sortire l'effetto contrario. Per quanto riguarda la foto della curva Pisana io ci ho visto i valori sbandierati alle nostre latitudini e che si sintetizzano nel tante volte evocato"solo per la maglia" , i giocatori passano, le società pure l'amore per i propri colori quello deve esserci sempre, e lo striscione esposto a Pisa (poteva essere una qualunque curva inglese) trasuda amore.

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 11:58



lenotarima


Io non penso si voglia giustificare alcuno. Nessunoa vuole ridimensoobnare o peggio cancellare o dimentiocare gli errori commessi. Gli errori sono stati fatti, enormi, di tutti i tipi, ma se ci fermiamo a: "dovete cedere ad un euro", "facciamo come il Bari" o "meglio un campionato di prima categoria come il Martina" non andiamo da nessuna parte. Tutto e' legato alla serieta' della proposta (di questa o di altra societa) e del progetto, con obiettivi chiari e professionisti di valore. Tutto il resto non porta avanti di un millimetro il discorso secondo me...

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 11:49



1993


Z&B sono l'arroganza, l'approssimazione, l'incopetenza e la mediocrità fatte persona. Chiunque continua a giustificarli, non vuole il bene del Taranto.

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 11:45



1993


Luxtarentun, vallo a spiegare a certi fenomeni...

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 11:43



DANNY72


apprezzo molto di più....chi resta in silenzio....perchè sa che oggi...ha poco da dire....dopo tutti gli elogi fatti...a destra e manca....ai proprietari del Pisa..pardon....del Taranto....e invece poi c'è gente....che si ostina...a pensare che qui ci sia ancora gente con l'anello al naso....TARANTO ottava nella classifica di tutti e tre i gironi di Lega Pro....a livello di presenze...allo stadio...e pure con PREZZI ASSURDI. Quindi facitm u favor....risparmiateci insegnamenti di come dovrebbe essere una tifoseria....non siete e non sono in grado...loro soprattutto di dare insegnamenti a nessuno. Buona mediocrità a chi vorrà....

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 11:39



1993


Vatt a cuerc Albiuser...ogni tanto te ne esci con qualche perla.

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 11:30



LuxTarentum


A Pisa hanno lottato con tutte le proprie forze fino alla fine per salvarsi, hanno buttato il sangue in ogni partita nonostante le immense difficoltà, contrariamente ai nostri eroi che si sono letteralmente estromessi da ogni tipo di lotta, retrocedendo senza dignità e senza un briciolo di rispetto verso noi tifosi, il tutto mentre la gloriosa dirigenza non si presentava nemmeno allo stadio! È vergognoso e in totale malafede azzardare un minimo paragone tra Taranto e Pisa! È ora di finirla con questi giochetti subdoli, tanto ormai la gente ha aperto gli occhi, fatevene una ragione!

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 11:30



Alexta


Più di qualcuno ignora il fatto che la società del Pisa non è la stessa che è stata promossa in B... magari ad essere come i pisani.. loro hanno cacciato la società a pedate rivoltando per mesi la città bloccando persino la stazione ferroviaria ( cosa che se fosse stata fatta a Taranto apriti cielo ci mandavano l'esercito) quindi no discit sembr p.utta.nat!! Onore ai pisani

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 11:26



LucioRossoblu


zannoni78...condivido in toto il tuo messaggio....A LAVA' A CAP A U CIUCC S PERD ACUA SAPON E TIMP.... si continua a giustificare l'impossibile...quando qualcuno sul Guestbook attacco' per tutto l'anno Campitiello che a confronto di questi è un signore...non ne perdere tempo

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 11:24



DANNY72


Classifica media spettatori al termine campionato Lega Pro: dominio pugliese, Taranto 8° (SU 60 squadre) nonostante la retrocessione. FORZA PISA

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 11:10



zannoni78


noi non siamo pisani. albusier continui ad essere scorretto pur di giustificare l'attuale società. l''ultima volta che andammo a pisa, i tifosi pisani si complimentarono con noi, dicendoci che ci ammiravano per la nostra passione che prescindeva dalla categoria. adesso tu ci dici che dobbiamo prendere esempio dai pisani?! anche in questo caso sono due situazioni completamente diverse (come quando hai utilizzato la questione ilva), e utilizzi questo paragone per giustificare ancora una volta bongiovanni e consorte. ti ripeto che è un atteggiamento scorretto e pretestuoso. la scelta di mostrare la curva del pisa è l'ennesimo affronto ad una tifoseria che merita molto di più di bongiovanni e zelatore. ma se non c'è alternativa, va bene, rimangano loro. ma non cercare di giustificare dei personaggi che hanno frantumato una passione. se restano loro è solo perchè non c'è nessun'altro, ma ciò non toglie che siano pessimi e incapaci.

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 11:09



SEBAREDBLUE


Concordo in tutto con Zannoni78 sia nell'ultimo post che in quello (magnifico ma crudele) scritto a mezzanotte scorsa su come andrebbe a finire un'altra annata con il duo in sella. Domanda: che cosa abbiamo fatto di male noi tifosi per meritare tutto questo? Possibile che non si trovi una dirigenza seria che possa ridare finalmente dignità al calcio jonico? Un presidente o cordata presidenziale credibile che possa riavvicinare il pubblico allo stadio ripartendo da persone competenti che hanno vinto qualcosa in D e non scommesse. Avete letto che la Sicula Leonzio, promossa dalla D alla Lega Pro, ha cambiato allenatore prendendo Pino Rigoli ex Catania? Ciò significa che Ciccio Cozza, fresco vincitore del campionato di serie D (anche se il girone I vinto non è paragonabile al girone H che ci tocca, ben più duro) è attualmente libero. Dunque, una società che programma la risalita in Lega Pro dopo una retrocessione cocente ed infausta, deve dare un segnale forte di riscatto alla tifoseria e, ad es., ingaggiare un Ciccio Cozza come allenatore e un DS alla De Santis ex Fidelis Andria o alla Trinchera della Virtus o anche il buon Corallo del Nardò. Pensare a gente del posto per risparmiare o a gente improvvisata ex giocatori rossoblù significa altra sofferenza, altro purgatorio, altre umiliazioni sportive. Meglio farsi da parte con dignità. In D si vince col portafoglio ricco e pieno per convincere gli over forti a scendere di categoria (vedi Iannini che andrà al neopromosso Cerignola, vedi Ciotola e D'Alterio che andranno al Real Albalonga!) e si devono prendere collaboratori bravi che compongano uno staff serio ed unito. Poi, con calma, si riconquistano i tifosi a suon di risultati, non prima del campionato, ma dopo stavolta. A Taranto di gente che capisce di calcio ne abbiamo. SFT

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 11:07



DANNY72


inoltre, come ha scritto qualcuno, il vero capitano...lo si vede nei momenti di difficoltà....avesse preso microfono....due mesi fa...e cercato di dare uno scossone all'ambiente....Farlo oggi....è una degna presa per il deretano x noi. Ma ovviamente, mi ripeto, questo fantomatico e a cazzum silenzio stampa....sarà la loro giustificazione....Ma voi avete capito quando è iniziato e terminato il silenzio stampa? Ma di che stiamo parlando...?? Andrea Gullotta.....ti rispondo a te...perchè tu meriti rispetto....Su quella foto...possiamo dare qualsiasi tipo di interpretazione...ma una cosa deve essere chiara: SU UN COMUNICATO DI UN PRESIDENTE del mio TARANTO....non esiste che si metta come sfondo...una CURVA DEL PISA o di una qualsiasi altra squadra....Solo provocazione....questo è!!

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 11:05



E_D


lenotarima Io credo che chi dice di fare come i baresi intende unicamente lo strumento della diserzione, non certo di copiare le modalità. Anche perché i baresi disertarono con Mataresse un periodo, poi ritornarono allo stadio quando la squadra vinse il campionato di serie B ed approdò in serie A salvo poi disertare ancora quando retrocesse. Fu una diserzione "discontinua" tipica di quella piazza, affarista per nulla coerente. Qui c'è stato sempre il comportamento inverso: sostegno sempre e a prescindere, anche nei periodi difficili (negli ultimi 25 anni abbiamo avuto quasi sempre periodi difficili!!!) come le serie D di metà classifica del 1997/87 e del 2012/13 o le Lega Pro disastrate dell'ultimo periodo Pieroni. Però quest'anno credo che non vi siano eguali in termini di umiliazioni e insulti subiti, conditi da un dilettantismo societario a tratti irritante. Quest'ultimo comunicato scaricabarile con tanto di foto della curva pisana è la goccia che fa traboccare il vaso. Se ZelaBong rilanciano, considerando la loro ormai ovvia incapacità e la serie D difficilissima del prossimo anno, bisogna evitare di "finanziare" la quasi certa squadraccia che ci farà prendere a pallonate da paesi e paesoni.

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 11:05



LucianoSecchi


Andrea_Gullotta non c'è dubbio che una chiave di lettura sarebbe questa. Sarebbe opportuno però dirlo quanto prima, perché è necessario che qualsiasi gruppo interessato (sempre monitorato nelle intenzioni dalla Fondazione) programmi il prima possibile. Per stravincere (quanto piace questa parola inutile) il campionato bisogna subito individuare i giovani talenti, dunque affidarsi ad un ds competente bravo e di categoria, e non a quello che rimane sulla piazza. Ricordiamo che il campionato di serie D si vince con l'individuazione di 8/10 giovani forti. Poi gli over importanti si reclutano. Detto questo, chi sono i gruppi interessati? Tilia (brrrr)? l'attrezzatissimo Nardoni? Damaschi cacciato da Foligno che non ha avuto scrupolo di lasciare la squadra in mano a Nucilli? O magari Campitiello?

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 11:01



DANNY72


Paolino..T....chiaro...era quello che dicevi....però non concordo quando parli di professionalità...tutto qui....

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 11:00



PaolinoT


X Danny Bada che Panbianchi non lo giustifico. E' solo una considerazione sul fatto che se avesse parlato prima, gli stracci sarebbero volati prima, e cmq si andava dritti dritti alla retrocessione. Sul fatto che sia stato Capitano indegno, non ci sono dubbi.

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 10:53



Andrea_Gullotta


(Mi riferivo al commento di albiuser)

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 10:53



Andrea_Gullotta


Ecco, appunto...

Scritto il 10 Maggio 2017 ore 10:51