Go to Top

I morti non meritano percentuali

Quanto avvenuto negli ultimi giorni rispetto a un’iniziativa davvero lodevole della società dell’ ASD L’Aquila 1927, militante nell’Eccellenza abruzzese, è surreale e rivoltante. Andiamo con ordine.
L’11 ottobre viene pubblicata una sentenza del tribunale civile de L’Aquila, che stabilisce un decurtamento del 30% del riarcimento per 24 delle vittime del maledetto terremoto del 6 aprile 2009 “costituendo obiettivamente una condotta incauta quella di trattenersi a dormire nonostante il notorio verificarsi di due scosse nella serata del 5 aprile e poco dopo la mezzanotte del 6 aprile.”.

A fronte di tale, scandolosa sentenza, la società de L’Aquila 1927 decide di mandare in campo la squadra, durante la presentazione iniziale della partita prevista a Sulmona per domenica 16 ottobre, con la maglia di protesta mostrata di seguito.

La società ne fa dunque formale richiesta alla Lega Nazionale Dilettanti che però, incredibilmente, nega l’autorizzazione.
Facile vederci un parallelo con il diniego che oppose la Lega Pro all’allora AS Taranto Calcio quando questa chiese di scendere in campo a Terni il 25 febbraio 2012 con la maglia di gioco riportante la scritta “RespiriAMO Taranto”, lodevole iniziativa dei tifosi rossoblù (organizzatisi sul guestbook dei Taranto Supporters) atta a rimarcare e denunciare il disastro ambientale perpretato dalla grande industria ai danni della città di Taranto.

Tuttavia, in questo caso, la società de L’Aquila 1927 non si è fatta fermare dal veto della LND e ha mandato comunque in campo i propri giocatori con la maglietta di protesta, mentre sugli spalti i tifosi rossoblù abruzzesi esponevano lo striscione “11.10.2022 Condotta incauta quella di trattenersi a dormire. Vergogna!”.

Ed è davvero una vergogna che, alla sentenza assurda del tribunale, si sia aggiunta l’irrispettosa presa di posizione della LND. Ma, si sa, il calcio italiano è marcio fino alle fondamenta e fino alle serie dilettantistiche, e questo è solo l’ennesimo esempio di come vada profondamente rivoluzionato.

0 Responses to "I morti non meritano percentuali"

  • Avatar
    Valentina
    17 Ottobre 2022 - 18:27

    Purtroppo noi tifosi e le società non hanno potere con il Palazzo … sono solidale con la società e i tifosi dell AQUILA . NON SI ARREYRA DI UN PASSO !!!